Unità di trattamento per scarsa risposta ovarica

Il numero e la qualità degli ovociti si riducono con l’età, pertanto è possibile imbattersi in maggiori difficoltà di concepimento naturale e in fallimenti delle tecniche di procreazione assistita.

HAI BISOGNO D’AIUTO?
+34 965 50 40 00

Che cos’è la risposta ovarica?

Quando si effettua un trattamento di FIV, una delle fasi più importanti è la stimolazione delle ovaie. Per un periodo che varia tra i 7 e i 12 giorni, la paziente dovrà assumere dei farmaci con il fine di produrre vari ovuli che saranno poi fecondati. Il numero degli ovuli ottenuti è ciò che viene chiamato risposta alla stimolazione. Questo processo viene effettuato per ottenere un numero appropriato di ovociti che ci permetta di avere una previsione favorevole di embrioni.  Generalmente un numero di ovociti maggiore di cinque è considerato appropriato.

É possibile che pazienti a cui è somministrata la stessa posologia di farmaci ottengano risposte molto diverse e, a volte, il numero di ovociti ottenuto è così basso che le possibilità di successo si riducono considerevolmente. In questi casi parliamo di scarsa risposta ovarica.

Che cos’è la riserva ovarica?

Alla nascita, ciascuna donna possiede tutti gli ovuli di cui disporrà nell'arco della vita. Con il passare del tempo il numero di tali ovociti si riduce fino ad esaurisci con l’arrivo della menopausa.  

Per riserva ovarica si intende la quantità di ovociti vitali contenuti nelle ovaie di una donna in un dato momento; tale riserva influenza il numero di ovuli che saremo in grado di ottenere con un trattamento di Fecondazione In Vitro (FIV). I due marcatori migliori per calcolare la riserva ovarica sono l’ecografia con conta dei follicoli antrali e la determinazione dell'ormone anti-mulleriano.

Nonostante la scarsa riserva sia la causa principale di una scarsa risposta, quest’ultima si può trovare anche in donne con una riserva ovarica normale.

Perché esiste una scarsa riserva ovarica?

Come detto in precedenza, la riserva ovarica diminuisce progressivamente con l’età fino ad esaurirsi; pertanto, l’età costituisce il principale fattore di rischio per una scarsa riserva. Tuttavia, non tutte le donne della stessa età hanno una riserva simile, quest’ultima infatti varia molto da donna a donna: alcune donne hanno una scarsa riserva ovarica anche in giovane età, mentre altre che hanno superano i 40 anni hanno una riserva normale e rispondono bene alla stimolazione ovarica ottenendo un buon numero di ovociti nei trattamenti di FIV. Ciò è dovuto a fattori ambientali ma soprattutto genetici.

Per questo motivo, l’Unità di Scarsa Risposta dell’Istituto Bernabeu sta sviluppando, tra le altre piste d’indagine, più programmi di studio per caratterizzare geneticamente le donne la cui riserva ovarica si riduce più velocemente del normale.

Perché oggi è così importante il problema della Scarsa Risposta Ovarica?

I cambiamenti sociali degli ultimi anni hanno spinto le donne a ritardare la maternità. A partire dai 35 anni, oltre al fatto che la risposta ovarica è più debole, è possibile osservare una notevole e progressiva diminuzione della qualità degli ovociti. La relazione tra età e riserva ovarica fa sì che ci siano sempre più pazienti con una scarsa risposta alla stimolazione e, per questo, scarsi risultati nei trattamenti di fecondazione in vitro. É in queste pazienti, che chiamiamo “poco responsive”, che risulta più importante effettuare una corretta valutazione e definire le migliori strategie per aumentare le possibilità di successo.

Unità indipendente di Scarsa Risposta Istituto Bernabeu

Nell’Istituto Bernabeu affrontiamo questa sfida della medicina riproduttiva con l'obiettivo finale di rendere queste pazienti madri con i propri ovuli, creando la prima unità spagnola pioniera nella diagnosi di scarsa risposta, avendo assistito coppie provenienti da tutto il mondo.

Quest’unità multidisciplinare, diretta dal Dr. Joaquín Llácer, è formata da facoltosi specialisti di medicina riproduttiva, biologia molecolare, genetica e biologia della riproduzione orientati alla cura delle coppie. Unendo assistenza e attività di ricerca offrono un regime terapeutico personalizzato ad ogni paziente.  

In che cosa consiste l’approccio multidisciplinare dell’unità di scarsa risposta ovarica?

In quest’unità, ogni caso viene analizzato e discusso da un gruppo specializzato di professionisti. Il fatto di avere a disposizione l’unità di scarsa risposta ovarica dell’IB permette al paziente di poter contare sulle ultime innovazioni in fatto di diagnosi e trattamento: test di laboratorio specifici e all’avanguardia, ecografia ginecologica 4D per analisi della componente vascolare ovarica e uterina, previsioni in base ai marcatori genetici, analisi Array-CGH che permettono di definire quella strategia personalizzata in grado di ottimizzare le possibilità di successo di ogni coppia. 

Vantaggi dell’Unità di Scarsa Riserva ovarica dell’IB

Il fatto di avere a disposizione i migliori professionisti e le tecniche diagnostiche più avanzate ci permette di definire le strategie più adatte ad ogni caso.

Negli corso degli ultimi anni la nostra unità ha sviluppato e perfezionato i protocolli di stimolazione più innovativi. Dalle terapie adiuvanti al miglioramento della sensibilità ovarica alla stimolazione in fase luteale, passando dall’accumulo ovocitario in vitro o all’uso di protocolli leggeri, tutti i protocolli sono stati migliorati ottenendo risultati incoraggianti anche in pazienti che altrimenti sarebbero state costrette a ricorrere alla donazione di ovuli.

D’altro lato, l’esperienza con casi complessi ci ha permesso di comprendere in modo migliore il carico psicologico che accompagna le pazienti con Scarsa Risposta e ci ha resi dunque più sensibili verso tali situazioni a cui ci rivolgiamo con un approccio emozionale.

Progressi nella ricerca in merito alla Scarsa Riserva

L’Istituto Bernabeu, attraverso l’Unità di Scarsa Risposta Ovarica, è pioniere in questo campo di ricerca. Prodotto di tale impegno nella ricerca, la nostra istituzione è stata premiata nel 2012 dalla Società Americana di Medicina Riproduttiva (ASRM) grazie ad uno studio sul polimorfismo genetico in donne con Scarsa Risposta. Successivamente siamo stati i primi al mondo a sviluppare il concetto di farmacogenetica applicata alla stimolazione ovarica con l’introduzione di un nuovo test chiamato IBgen FIV.

Ad oggi, le linee di ricerca di concentrano su tre aspetti fondamentali:

  1. Lo studio dei fattori genetici che condizionano l’invecchiamento ovarico e lo sviluppo di modelli di previsione che aiutino le donne a pianificare la loro vita riproduttiva. 
  1. Progressi in farmacogenetica che permettano di personalizzare i protocolli di stimolazione in funzione del profilo genetico della paziente, migliorando la risposta agli ormoni.
  1. L’esplorazione di nuovi metodi di stimolazione attraverso studi clinici su pazienti con Scarsa Risposta, ad esempio ulteriori studi sulla fase luteale.

Inoltre, l'esperienza nella gestione di questi casi ci permette comprendere al meglio il peso psicologico che sopportano le pazienti con bassa risposta, molto più sensibili, aiutandole ad alleggerire la loro carica emotiva.

Il nostro altro livello di specializzazione in pazienti con scarsa risposta ovarica, ci permette di concentrare tutti gli specialisti che seguiranno il Suo caso in un’unica visita medica, della durata di un giorno, in cui saranno effettuate tutte le prove diagnostiche necessarie per l’analisi e la stesura del programma personalizzato del Suo trattamento. 

     Profilo materno:

  • Profilo genetico del rischio di bassa risposta ovarica. IBgen FIV.
  • Ormone anti-mulleriano.
  • Eventuali ricerche endocrinologiche complementari.
  • Cariotipo.
  • X fragile.
  • Ecografia specifica ad alta risoluzione.
  • Autoimmunità surrenalica.
  • Consulto di valutazione con uno specialista in scarsa risposta ovarica.
  • Consulto successivo con uno specialista per la valutazione e stesura del programma di trattamento (possibilità di effettuare il tutto in videoconferenza).

Valuteremo sempre in maniera personalizzata la Vostra cartella clinica e non sarà necessario effettuare nuove prove in presenza di risultati affidabili.

Le è sembrato interessante? SI No

Statistiche dei risultati

Saperne di più

I nostri risultati di gravidanza sono certificati da imprese esterne specializzate.

Iscriversi alla Newsletter dell'IB

Abbiamo bisogno di un indirizzo email valido e di accettare i termini e le condizioni del sito.
Desiedera ricevere
un nostro consiglio?