Adozione di embrioni. Embriodonazione

Una alternativa di trattamento riproduttivo che permette la legge spagnola. Semplice, economica e con eccellenti risultati in cui si adotta un embrione che verrà trasferito nell’utero materno per dare inizio alla gravidanza

Adozione di embrioni. Embriodonazione
  • Vuoi ricevere maggiori informazioni?

    Ti aiutiamo senza impegno

  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
Cos’è l’embrioadozione?
Cos’è l’embrioadozione?

Consiste nell’adottare un embrione – vale a dire il risultato dell’unione di un ovulo e uno spermatozoo – che viene trasferito nell’utero della paziente adottiva per dare inizio ad una gravidanza, offrendo quindi la possibilità di vivere l’esperienza della gravidanza, del parto, dell’allattamento e della crescita del bambino.

Gli embrioni quando siamo a Spagna, provengono da un trattamento FIVET da doppia donazione (sia ovulo che spermatozoo) o da coppie che si sono sottoposte a trattamenti di riproduzione assistita e che dopo essere diventati genitori hanno deciso di donare i propri embrioni congelati, per aiutare altre persone a formare una famiglia.

Per questo motivo, è importante ricordare che nonostante si cerchi di assegnare sempre embrioni compatibili per gruppo sanguigno, Rh o fenotipo, non è possibile essere estremamente precisi come in trattamenti FIV di doppia donazione. 

Non possiamo realizzare il trattamento di embrioadozione nella nostra clínica di Venezia perché non è permesso dalla legge italiana.

In quali casi è consigliata l'adozione di embrioni?
In quali casi è consigliata l’adozione di embrioni?
  • Quando si desidera un trattamento di riproduzione più semplice.
  • Quando altri trattamenti di riproduzione non hanno avuto successo.
Come si realizza l’embrioadozione?
Come si realizza l’embrioadozione?

La maggior parte degli embrioni per embrioadozione provengono da un trattamento di doppia donazione per cui sono necessarie dalle sei alle otto settimane per concludere un trattamento.  

La madre ricevente deve solo preparare il proprio endometrio affinché sia ricettivo:  Il trattamento per la preparazione dell’utero materno è semplice e consiste nell’assumere delle compresse o cerotti cutanei di estrogeni fino al giorno del trasferimento, e successivamente degli ovuli vaginali di progesterone. Solitamente è necessario sottoporsi solo ad una ecografia, per cui si riduce il numero di visite e di conseguenza il costo economico. 

Vantaggi dell’adozione di embrioni o embrioadozione

Il costo economico è inferiore. Un altro importante vantaggio è la scarsa assunzione di farmaci che richiede. La madre ricevente deve solamente preparare il proprio endometrio prima di procedere al trasferimento. Il trattamento è molto semplice e comodo: richiede l’applicazione di due cerotti transdermici di estrogeni o capsule somministrate oralmente e compresse vaginali di progesterone (questo farmaco deve essere assunto anche durante le prime settimane di gravidanza).

Il trasferimento di un unico embrione riduce le possibilità di gravidanze gemellari e i rischi che comportano per la futura madre.

Trasferimento di un blastocisto

Il trasferimento dell’embrione viene effettuato una volta raggiunta la fase di blastocisto (5-6 giorno di sviluppo) la cui capacità di annidamento sarà maggiore rispetto agli embrioni meno maturi.

Sicurezza ed efficienza: si scartano più di 600 – 3000 malattie

Quando gli embrioni provengono da una doppia donazione di gameti si garantisce la massima sicurezza e tranquillità perché prima di accettare eventuali donatori di gameti devono sottoporsi a:

  • rigorosi controlli ginecologici, fisici e di salute generale (si scartano quindi casi precedenti in famiglia di malattie neurologiche, psichiatriche, endocrinologiche, digestive, oncologiche, patologie sanguigne, ecc).
  • Visita psicologica con un’esperta psicologa clinica che valuta lo sviluppo sociale e psicologico.
  • Screening di malattie genetiche e infettive:
  • TCG: analisi delle 600 – 3000 malattie ereditarie più frequenti.
  • Cariotipo, fibrosi cistica, talassemia e X fragile.
  • Malattie a trasmissione sessuale e sierologie.

Conservazione del DNA

Quando si tratta di embrioadozione da doppia donazione, l’Instituto Bernabeu custodisce il DNA dei donatori di gameti per 20 anni. Si tratta di un dato importante e utile nel caso in cui fosse necessario effettuare analisi genetiche in caso di malattie del bambino.

Trattamento semplice ed effettivo per pazienti con problemi riproduttivi

L’adozione di embrioni è il trattamento più semplice e spesso le coppie lo scelgono – o il trattamento di doppia donazione – se hanno previamente avuto risultati negativi con altri trattamenti. In molti casi rappresenta l’opportunità per una donna di diventare mamma se soffre patologie come errore ovarico prematuro, menopausa o in caso di mancata risposta alla stimolazione ovarica; o nel caso in cui l’omo presenti problemi di fertilità. È un’opzione anche per le donne che desiderano affrontare la maternità da sole, per le coppie lesbiche e per coloro che desiderano adottare ma allo stesso tempo vivere l’esperienza della gravidanza.

Il processo

Fase 1

1 giorno

PRIMA VISITA
PRIMA VISITA

Ogni paziente è unico ed ogni trattamento è personalizzato. In questa prima visita veniamo a conoscenza del caso e lo studiamo e valutiamo a livello medico le necessità e le cause del problema riproduttivo. Dopo quest’analisi, vi sceglie l’opzione di trattamento più adeguata.

È importante ricordare che la legge obbliga a preservare in tutte le fasi del trattamento l’anonimato della donatrice di ovociti, fatta eccezione per casi straordinari previsti chiaramente dalla legge.

Allo stesso modo verrà spiegato il processo di selezione della donatrice più adatta per ogni paziente rispetto alle sue caratteristiche fisiche e cliniche.

Al termine del suo colloquio con il ginecologo, incontrerete la vostra Assistente per completare tutti i requisiti medici e legali (firma del consenso) e ricevere le prescrizioni dei farmaci neccessari oltre alle istruzioni corrette e dettagliate.

Vedi video
Fase 2

15/35 giorni

PREPARAZIONE DELLA CAVITÀ ENDOMETRIALE PER LA RICEZIONE DELL’EMBRIONE
PREPARAZIONE DELLA CAVITÀ ENDOMETRIALE PER LA RICEZIONE DELL’EMBRIONE

Viene chiamata endometrio la “zona” dell’utero in cui l’embrione viene trasferito e successivamente impianta, iniziando così una gravidanza.

Quando l’embrioadozione proviene da un trattamento di doppia donazione di gameti, due o tre settimane prima del trasferimento dell’embrione inizieremo la preparazione della cavità endometriale della madre ricevente: si iniziano a prendere gli estrogeni attraverso cerotti o pastiglie e si regolano i farmaci fino a raggiungere un ingrossamento della parete endometriale adeguato alla ricezione dell’embrione. Solitamente è necessario effettuare controlli mediante ecografie ed eventualmente modificare le dosi farmacologiche. Quando si avvicina il momento del trasferimento, il medico ricetterà gli ovuli vaginali di progesterone.

Vedi video
SELEZIONE DEGLI EMBRIONI
SELEZIONE DEGLI EMBRIONI

La maggior parte degli embrioni di un’embriodonazione provengono da un trattamento di doppia donazione. L’Instituto Bernabeu garantisce un’accurata selezione dei donatori e delle donatrici per offrire la massima sicurezza e tranquillità.

Donatori e donatrici devono superare meticolose analisi che comprendono uno studio psicologico, prove mediche, ginecologiche e genetiche. Allo stesso tempo, essendo comunque pazienti, vengono assistiti per garantire loro benessere e cure mediche.

Fase 3

5 giorni dopo

TRASFERIMENTO DEGLI EMBRIONI
TRASFERIMENTO DEGLI EMBRIONI

Una volta raggiunta la fase di blastocisto, si procede con il trasferimento dell’embrione. Un momento cruciale del trattamento. Consiste nel depositare l’embrione nell’utero materno. 

Avviene mediante ecografie addominali. Depositeremo direttamente nell’utero materno il mezzo di coltura che contiene l’embrione. È un processo indolore e breve.

Le condizioni del processo rispetteranno la delicatezza dell’embrione.

Vedi video
Fase 4

10/12 giorni dopo

ANALISI DI CONFERMA DELLA GRAVIDANZA
ANALISI DI CONFERMA DELLA GRAVIDANZA

Dopo 13/14 giorni dall’inizio della somministrazione del progesterone programmeremo un prelievo del sangue per confermare la gravidanza o meno: i livelli di ormone beta-hCG che produce l’embrione e passa al sangue della madre determineranno se si è annidato nell’utero. È il primo segnale misurabile che trasmette l’embrione.

In caso di risultato negativo, i medici che hanno partecipato al trattamento ne analizzeranno le cause per studiare come proseguire. Al paziente verrà dato un ulteriore appuntamento per comunicargli la valutazione medica effettuata.

Vedi video
Fase 5

15 giorni dopo

ECOGRAFIA DI CONTROLLO GESTAZIONALE
ECOGRAFIA DI CONTROLLO GESTAZIONALE

Dopo il test di gravidanza positivo, verrà effettuata un’ecografia dopo circa due settimane. Se venisse effettuata prima potrebbe causare confusione e incertezza perché nella maggior parte dei casi il risultato non è affidabile.

Percentuale di gravidanza positiva con trattamento di adozione di embrioni congelati 52%
Transfer di un embrione proveniente dalla doppia donazione di gameti

 

Mettiamo a sua disposizione una alternativa molto simile alla embrioadozione che consiste nel transfer di un unico embrione che risulta dalla fecondazione in vitro con donazione di ovuli e seme. Un’opzione riproduttiva permessa dalla legge italiana.

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19