Studio di fertilità

Non si possono applicare gli stessi metodi diagnostici a tutti i pazienti. Dopo aver condotto un ampio colloquio e tenuto conto delle caratteristiche personali, il medico valuterà quali sono gli esami più appropriati per ciascun caso

Estudio de fertilidad - Instituto Bernabeu

Vuoi un consiglio?
te lo diamo senza impegno

Si ritiene opportuno iniziare uno studio se la gravidanza non è stata raggiunta dopo un anno di rapporti sessuali senza l'uso di alcun metodo contraccettivo. Questo periodo di tempo può essere ridotto a 6 mesi in alcuni casi, ad esempio quando l'età della donna supera i 35 anni o prima, quando ad esempio la storia medica della coppia presenta qualche fattore associato al rischio di sterilità. In ogni caso, è consigliabile avere un colloquio con un medico specializzato in fertilità prima ancora di cercare la gravidanza in modo da ricevere le informazioni corrette sulla pianificazione familiare.

Esami basici

Gli esami di base nella diagnosi delle coppie sterili consistono nella preparazione di un'anamnesi esaustiva che comprende la storia familiare e personale, con relativi antecedenti ginecologici ed andrologici, abitudini di vita, ecc., seguita da una visita medica e completata dalle seguenti analisi:

  • Analisi ormonale per la donna. Consiste nel misurare gli ormoni che regolano la funzione ovulatoria. Attualmente, per conoscere la riserva ovarica nella maggior parte dei pazienti non è necessario eseguirla in un determinato giorno del ciclo.
  • Ecografia vaginale di alta risoluzione o 3D: ci permette uno studio dettagliato dell’utero, ovaie e pelvi. È essenziale per conoscere anomalie e malformazioni uterine, presenze di tumori e cisti tanto nell’utero quanto nelle tube o ovaie. In alcune occasioni si può completare con una:
  • Isterosonosalpingografia: per escludere che le tube siano ostruite. Quest’esame evita di eseguire test radiologici con l'uso del contrasto, eliminando sia la necessità di essere irradiata sia i rischi dell'uso del contrasto. Inoltre, l'uso della tecnologia tridimensionale ci consente di escludere piccole malformazioni o anomalie uterine durante lo stesso esame.
  • Spermiogramma o analisi del liquido seminale: è l'analisi del seme. In esso studiamo innanzitutto le caratteristiche del plasma seminale e la quantità degli spermatozoi, la loro mobilità, vitalità e forma.

Può saperne di più nella sezione: prima visita di fertilità all’Instituto Bernabeu.

Esistono altri esami per la diagnosi?

Attraverso lo studio basico di sterilità è possibile incontrare già la causa o le cause del problema e poter iniziare così il trattamento adeguato, però spesse volte è necessario realizzare maggiori esami complementari, a seconda dei risultati che si sono ottenuti nello studio basico della fertilità.  

Tutto questo processo prima di iniziare il trattamento dura molto poco tempo. Di solito non trascorrono più di 2 settimane dal primo colloquio prima che i pazienti ricevano i risultati dello studio. A volte i risultati delle analisi sono completamente normali. In effetti, ciò si verifica tra il 20% e il 30% delle coppie studiate. In questi casi parliamo di causa ignota. Non significa che non esista un problema, ma solo che non è stato ancora trovato ed è necessario l'aiuto del laboratorio di fecondazione in vitro per scoprirne le cause che possono risiedere nella qualità degli ovociti, nello sviluppo embrionale, nella relazione spermatozoi / ovociti, tra le varie possibilità.

Quando viene inviato il referto con i risultati delle analisi, il ginecologo spiega in dettaglio i risultati in modo comprensibile. Allo stesso tempo, la informa di tutte le alternative di trattamento che potrebbero essere ragionevoli nel suo caso. In quella visita, e dopo aver conosciuto l'opinione dei pazienti, viene progettata una strategia da seguire.

In quasi tutti i casi, la programmazione del trattamento è istantanea, potendolo iniziare nel ciclo successivo della donna se così lo desidera.

Vuoi un consiglio?
te lo diamo senza impegno