Studio di fertilità

Non si possono applicare gli stessi metodi diagnostici a tutte le coppie. Dopo aver terminato l’intervista ben dettagliata e studiate le caratteristiche di ogni caso, il medico indicherà quali sono gli esami diagnostici più adeguati per ogni paziente

Viene considerato opportuno iniziare uno studio di fecondità dopo un anno di relazioni sessuali senza utilizzo di nessun metodo anticoncezionale senza pervenire a una gravidanza. Questo periodo può esser inferiore in determinate situazioni, come per pazienti che hanno un’età superiore ai 35 anni o quando prima di iniziare la recerca di una gravidanza era già stata realizzata una diagnosi sulla fertilità della coppia.

Le prove basiche

Le prove basiche per una diagnosi delle coppie infertili consistono nel realizzare analisi ormonali, una isterosalpingografia e un spermiogramma.

  • Analisi ormonale sulla donna: Consistono nel prelievo di sangue dove veniamo a conoscenza della situazione funzionale dell’ovario. Oggiogiorno nella maggior parte delle pazienti non è necessario realizzarla in un giorno determinato del ciclo ottenendo un’informazione sulla riserva ovarica.
  • Isterosalpingografia: Si tratta di una radiografia della zona pelvica per vedere l’utero e soprattutto il fallopio. Viene utilizzato un contrasto che con la radiografia ci mostra la forma delle tube e se sono permeabili o no. Con questa prova possiamo conoscere nella maggior parte dei casi se le tube sono ostruite.
  • Spermiogramma: Si tratta di un’analisi del seme. In questa prova vengono valutati aspetti che sappiamo hanno influenza per ottenere una gravidanza. Fondamentalmente studiamo la quantità degli spermatozoi, la loro mobilità e la loro forma.

Esistono ulteriori prove per una diagnosi?

Esistono moltitudini di prove che possono essere utili in casi concreti, però non si realizzano in maniera rutinaria a tutti i pazienti. Queste prove le chiamiamo complementarie, vengono richieste dopo il primo appuntamento quando esiste il sospetto di qualche patologia specifica o per chiarire il risultato di prove iniziali.

All’ottenimento della diagnosi il tempo che intercorre prima di iniziare il trattamento è di breve durata. In generale non passano più di 3 o 4 settimane dal primo appuntamento fino a quando i pazienti ricevono i risultati dello studio.

A volte i risultati delle prove sono completamente normali. Infatti questo succede a circa un 20-30% delle coppie. In questi casi si parla di cause sconosciute. Questo non vuol dire che non esista un problema, ma che una volta utilizzate tutte le possibilità diagnostiche ragionabili non possiamo identificare nessuna causa concreta. Il fatto che non si possano concretizzare delle cause al problema, non impedisce la realizzazione di trattamenti che in generale non hanno un pronostico peggiore in questo tipo di casi.

Quando si consegnano le analisi, il ginecologo spiega dettagliatamente i risultati ai pazienti in maniera comprensibile. Allo stesso tempo li informa di tutti i trattamenti possibili, inerenti al loro caso. Durante questo incontro e dopo aver conosciuto anche la opinione dei pazienti si pianifica una strategia da seguire.Nella quasi totalità dei casi, la programmazione del trattamento è istantanea, iniziando con l’arrivo del ciclo mestruale della paziente.

Le è sembrato interessante? SI No

Contatto Instituto Bernabeu

Le nostre cliniche

IB Alicante. Spagna

IB Alicante. Spagna

965 15 40 00

 

IB Elche. Spagna

IB Elche. Spagna

966 66 44 11

 

IB Cartagena. Spagna

IB Cartagena. Spagna

968 32 15 20

 

IB Benidorm. Spagna

IB Benidorm. Spagna

965 85 32 50

 

IB Albacete. Spagna

IB Albacete. Spagna

967 10 00 55

 

Iscriversi alla Newsletter dell'IB

Facebook Twitter Youtube
Desiedera ricevere un nostro consiglio?

Richieda appuntamento nel nostro centro

Dati dell'appuntamento

La ringraziamo per il suo interesse. A breve ci metteremo in contatto con lei per confermare la sua richiesta

Se lo preferische può chiamarci

+34 965 50 40 00