Studio di fertilità

Non si possono applicare gli stessi metodi diagnostici a tutti i pazienti. Dopo il colloquio e l'analisi delle caratteristiche personali, il medico valuterà quali sono le prove e le analisi adeguate in base al caso.

Estudio de fertilidad - Instituto Bernabeu

Vuoi un consiglio?
te lo diamo senza impegno

Si consiglia di iniziare uno studio se non si è riusciti ad ottenere una gravidanza dopo un anno di rapporti sessuali senza nessun metodo anticoncezionale senza pervenire a una gravidanzaQuesta fascia di tempo può ridursi a 6 mesi nei casi un cui l'età della donna superi i 35 anni o persino a meno se la coppia considera che potrebbe correre il rischio di essere affetta da problemi di sterilità.  Ad ogni modo, si consiglia un colloquio con un medico specialista in fertilità prima di iniziare eventuali trattamenti per ricevere le informazioni corrette in materia di pianificazione familiare e fertilità.

Le prove basiche

Le analisi basiche per la diagnosi delle coppie infertili consiste in un prelievo del sangue di tipo ormonale, una isterosalpingografia e un seminogramma.

  • Analisi del sangue di tipo ormonale nella donna. Consiste in un prelievo del sangue e ci informa della situazione funzionale delle ovaie.  Attualmente nella maggior parte delle pazienti non è necessario effettuarla un giorno determinato del ciclo per poter ottenere informazioni adeguate della propria riserva ovarica.
  • Isterosonosalpingografia. Si tratta di un'ecografia speciale in cui è possibile osservare se le tube sono ostruite. Questa visita evita la realizzazione di prove radiologiche di contrasto, evitando quindi la necessità di essere sottoposta a radiazioni e i rischi dell'uso del liquido di contrasto.  Inoltre, il fatto di utilizzare questa tecnologia tridimensionale permette di scartare eventuali malformazioni uterine durante la visita stessa.
  • Seminogramma. È l'analisi del liquido seminale.  Viene chiamato anche spermiogramma.  Qui si valutano diversi aspetti che possono influire sulla possibilità di ottenere una gravidanza.  In particolare, la quantità di spermatozoi, la loro mobilità e la morfologia.

Esistono ulteriori prove per una diagnosi?

Esistono diverse prove che possono essere utili in determinati casi, ma che non vengono effettuate d'abitudine a tutti i pazienti.  Queste analisi che denominiamo complementari si richiedono dopo il primo colloquio se si sospettano patologie specifiche o per chiarire i risultati di alcune prove basiche.

La durata del processo dalla diagnosi del caso all'inizio del trattamento è alquanto breve.  In generale, non trascorrono più di 2 settimane dalla prima visita a quando i pazienti ricevono i risultati dello studio effettuato.

A volte, i risultati delle prove sono completamente normali.  Difatti, accade nel 20-30% delle coppie analizzate.  In questi casi parliamo di causa sconosciuta. Non significa che non vi sia un problema, ma che nonostante l'applicazione delle principali risorse diagnostiche non è possibile identificare nessuna causa specifica. Il fatto che non sia possibile individuare la causa del problema non impedisce l'applicazione dei trattamenti che generalmente in questi casi non hanno una prognosi peggiore.

Quando viene consegnato il referto delle prove, il ginecologo spiega dettagliatamente i risultati in modo semplice e comprensibile. Allo stesso tempo, spiegherà tutte le alternative e i possibili trattamenti idonei al caso. Durante questa visita e alla luce dell'opinione dei pazienti, si disegna una strategia da seguire. 

Quasi in tutti i casi la programmazione del trattamento è immediata e inizierà al seguente ciclo della donna.

Vuoi un consiglio?
te lo diamo senza impegno