fbpx

Foro Blog

Ovulazione: Ciclo regolare VS Ciclo irregolare

Ovulazione: Ciclo regolare VS Ciclo irregolare

Il ciclo mestruale della donna è regolare o fisiologico quando ha una durata tra 21 e 25 giorni ma potrebbe presentarsi anche di forma irregolare. Qui di seguito vi spiegheremo la motivazione.

La donna fin dalla nascita possiede tutti gli ovociti (ovuli) di cuidisporràe la cuiovulazione avverrà tra circa le 400 e 500 volte periodicamentenell’arco dei 35 ai 40 anni della sua vita.

Affinché ciò si verifichi intervengono dei meccanismi molto complessi atti a perpetuare la specie umana.

In ogni ciclo mestruale, un follicolo (unità funzionale che contiene l’ovulo), sarà selezionato, crescerà fino a raggiungere una dimensione di 18-20mm, romperà la sua parete e rilascerà l’ovulo maturo dal suo interno e sarà accolto per le Tube di Falloppio. Se nel percorso che l’ovulo farà per le tube, viene fecondato da uno spermatozoo, si formerà l’embrione che giorni dopo arriverà all’utero e avrà la possibilità (nella specie umana un 20-25% per ciclo), di impianto nell’endometrio e inizierà una gravidanza.

Se nel suo percorso l’ovulo non viene fecondato, la donna avrà il ciclo mestruale nei 14 giorni dopo dell’ovulazione.

Ciclo regolare

La maggior parte delle donne ha le mestruazioni ogni 21 a 35 giorni, in quanto questo è il normale intervallo di tempo.  Soltanto una percentuale di donne ha periodi di 28 giorni (periodo di tempo considerato come standard). La durata normale del ciclo mestruale oscilla tra i 2 e gli 8 giorni. Alcuni cicli possono presentarsi irregolarmente ma questo è normale e capita con frequenza sia nei primi anni dal menarca (data della prima mestruazione), come negli ultimi anni in cui si produce la cessazione delle ovulazioni e conseguentemente dei cicli mestruali (menopausa).

L’endometrio (mucosa interna dell’utero che si prepara ogni ciclo per ricevere possibili embrioni), si stacca, quando la donna non è incinta, e viene espulso verso l’esterno attraverso la vagina nella forma di un flusso di sangue (mestruazioni).

La fase fissa del ciclo mestruale, per quanto riguarda i tempi, è quella che si verifica dall’ovulazione fino alla comparsa delle mestruazioni e corrisponde a circa a 14 giorni.  In tal modo che, se la donna ha cicli mestruali di 28 giorni, l’ovulazione si produrrà nel 14° giorno del ciclo (il primo giorno del ciclo mestruale è quello in cui inizia il flusso di sangue attivo). Se il ciclo è lungo, l’ovulazione avverrà dopo il 14° giorno del ciclo stesso (per esempio: in un ciclo di 40 giorni l’ovulazione si verificherà nel 26° giorno del ciclo). Nelle donne con cicli corti, l’ovulazione si produrrà prima del 14° giorno del ciclo.

Ciclo irregolare

Esiste una percentuale di donne con cicli anarchici che possono oscillare nel verificarsi la comparsa delle mestruazioni ogni “x” mese, all’averle 2 volte al mese. Addirittura le mestruazioni possono scomparire senza significare che la donna sia entrata in menopausa. La variabilità è ampia dipende da donna a donna e nella stessa donna, in quanto si modificano nell’arco della sua vita.

Quali problemi possono generare le alterazioni del ritmo del ciclo ovarico?

Prevalentemente sono due le motivazioni di consultazione più frequenti relazionate con questa situazione:

  1. L’irregolarità diventa fastidiosa per la donna in quanto non sa quando le compaiono le mestruazioni.
  2. Se cerca la gravidanza, l’irregolarità presuppone l’incertezza su quali sono i suoi giorni più fertili (approssimativamente, i tre giorni antecedenti e i tre giorni posteriori all’ovulazione) in quanto non sa quando ovula.

Il consiglio è quello di consultare il ginecologo, il quale farà una consulta ginecologica completa includendo, nei casi da approfondire, la realizzazione di analisi degli ormoni relazionati direttamente con il ciclo ovarico e ad altri, come l’ormone tiroideo e la prolattina, che possono essere l’origine delle alterazioni e cui ripristino alla normalità è semplice con un trattamento appropriato.

Praticamente in tutti i casi, far ritornare alla normalità il ritmo del ciclo ovarico è possibile utilizzando l’ampia gamma di farmaci offerti sul mercato.

D’altra parte, non bisogna dimenticare che ci sono altre cause frequenti di irregolarità mestruali, che riguardano le alterazioni del peso corporale (sia il sovrappeso e l’obesità sia la magrezza strema) collaterali a disturbi alimentari (anoressia e bulimia), l’esercizio fisico estremo, lo stress, l’assunzione di farmaci indicati nel quadro delle malattie tumorali o psichiatriche… senza dimenticare che la causa più frequente di “scomparsa” delle mestruazioni nella giovane donna è la gravidanza.

La dottoressa Lydia Luque, ginecologa dell’Instituto Bernabeu.

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19