Foro Blog

Come simulare le condizioni dell’utero materno? Controlli nel laboratorio di FIV

Come simulare le condizioni dell’utero materno? Controlli nel laboratorio di FIV

Uno degli aspetti fondamentali per incrementare il tasso di successo di un laboratorio di fecondazione in vitro (laboratorio di FIV) è senza dubbio la gestione e il controllo della qualità.

Tutte le nostre cliniche Instituto Bernabeu offrono dal 2006 standard ufficiali internazionali della Norma ISO 9001 di sistemi di gestione della qualità. Inoltre, dal 2015, è prevista la Norma Spagnola UNE 179007-2013 specifica per la gestione della qualità in Laboratori di Riproduzione Assistita.

Questi certificati dimostrano che i laboratori di andrologia, embriologia e crioconservazione rispettano i livelli di eccellenza in:

  • installazione e materiali tecnici
  • gestione
  • trasparenza
  • tracciabilità delle procedure

La corretta gestione di questi sistemi permette di garantire il massimo controllo e sicurezza di tutte le attività. Questo si traduce in una miglior qualità assistenziale nei confronti dei pazienti che richiedono una tecnica di riproduzione assistita nei nostri centri.

Tutti i laboratori di FIV devono rispettare determinate condizioni ambientali e fisiologiche stabili per garantire la conservazione di ovociti, spermatozoi ed embrioni. Per questo motivo il personale del laboratorio lavora in uno spazio con caratteristiche speciali, tra cui:

  • intensità della luce ridotta
  • temperatura ambiente e umidità costante.
  • pressione positiva che evita l’entrata di aria e di particelle di altre sale
  • superfici riscaldate

Qualità dell’aria e controlli

Controlliamo costantemente il pH dei mezzi di coltura ed effettuiamo misurazioni dei composti organici volatili (COV) che possono alterare lo sviluppo dell’embrione. Per ridurre la presenza di questi composti nel laboratorio, gli embriologi non utilizzano profumi, deodoranti, trucco, smalti per le unghie e prodotti per le pulizie aggressivi. 

Incubatrici individuali per ogni paziente

Per migliorare lo sviluppo embrionale, tutte le sedi dell’Instituto Bernabeu possiedono incubatrici time-lapse in cui gli embrioni di ogni paziente vengono monitorati 24 ore su 24 in modo personalizzato. In questo modo, gli embriologi valutano lo sviluppo senza doverli estrarre dall’incubatrice evitando la manipolazione e l’esposizione alla luce e riproducono le condizioni simili a quelle dell’utero materno. Inoltre, se dovessero variare i livelli di temperatura e/o gas come CO2 Y O2, queste incubatrici possiedono un sistema di allarme che avvisa il personale per evitare qualsiasi tipo di problema.

In poche parole, con una corretta gestione degli standard di qualità e l’uso di attrezzature di ultima generazione in uno spazio rispettoso, cerchiamo di riprodurre le condizioni dell’utero materno e favorire il corretto sviluppo embrionale durante il trattamento di riproduzione assistita.

Nuria Ruízbiologa dell’Instituto Bernabeu

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19