Numero di embrioni da trasferire: importanza del consiglio medico 0 Dopo la fecondazione in vitro (FIV), gli embrioni ottenuti vengono analizzati in laboratorio prima di essere trasferiti nell’utero materno. A questo punto sorge sempre una domanda: quanti e quali sono gli embrioni da trasferire?

La risposta è la seguente: bisogno cercare l’equilibrio per incrementare le possibilità di gravidanza e ridurre al massimo i rischi associati ad una gravidanza multipla (ipertensione, rischio di diabete, possibili complicazioni durante la gravidanza e il parto, ecc). Questa decisione verrà assunta sempre in modo personalizzato tenendo presente le condizioni e caratteristiche specifiche di ogni singola coppia, l’evoluzione e lo sviluppo degli embrioni fino al momento del trasferimento.Numero di embrioni da trasferire: importanza del consiglio medico 1

I medici valuteranno diversi aspetti come l’età della donna, le cause della sterilità, i tentativi effettuati prima della FIV, il numero di figli prima del trattamento, eventuali patologie dell’utero e la qualità degli embrioni ottenuti, per poi offrire una proposta alla coppia che assumerà la decisione finale.

Attualmente la legislazione spagnola permette di trasferire massimo tre embrioni in ogni ciclo. Ma grazie agli ultimi progressi e l’esperienza in laboratorio, si preferisce trasferire un unico embrione di buona qualità in grado di offrire elevate probabilità di gravidanza senza dover correre il rischio di una gravidanza gemellare. Il resto di embrioni di buona qualità verranno crioconservati ed essere utilizzati in futuro.

Mariló Pérez, biologa dell’Instituto Bernabeu

Rate this post