Foro Blog

Nuovi progressi nel trattamento di pazienti a “Bassa Risposta Ovarica”

Nuovi progressi nel trattamento di pazienti a “Bassa Risposta Ovarica”

Senza dubbi, attualmente la rivoluzione più importante nell’ambito della medicina è la personalizzazione dei trattamenti. A seconda delle caratteristiche di ogni paziente, è necessario elaborare una strategia specifica.

Identificare i geni della bassa riserva

Disegno di trattamento personalizzato

Farmacogenetica: farmaci per una maggiore risposta

Maggior numero di ovociti

Uno dei settori fondamentali per lo sviluppo di una medicina personalizzata è l’inserimento della farmacogenetica. In base ad alcune varianti genetiche cambia il trattamento farmacologico del paziente. In questo senso, l’Instituto Bernabeu si sente orgoglioso di aver sviluppato un test che attraverso l’analisi di diverse varianti genetiche ci permette di identificare le pazienti che richiedono un aumento delle dosi farmacologiche. Allo stesso tempo, ci orienta sul riconoscimento del farmaco più adeguato per ogni tipo di paziente.

Criobiologia, doppia stimolazione ovarica e Doppia FIVET

Queste considerazioni sono particolarmente utili per le pazienti a “Bassa Risposta Ovarica” in cui l’ottenimento di un ovocito potrebbe determinare il successo o l’insuccesso di un trattamento. Per questo motivo, la farmacogenetica nel trattamento di pazienti a “Bassa Risposta Ovarica” ci garantisce che le strategie di trattamento personalizzato ci offrono la massima efficacia ad un costo ridotto e risultano più comode per la paziente.

Criobiologia e doppia stimolazione ovarica

Un altro settore che ha vissuto un fantastico progresso negli ultimi anni è quello della “Criobiologia”. Sia gli ovociti che gli embrioni, possono congelarsi con assoluta tranquillità e la loro evoluzione sarà assolutamente normale. Questo ci offre la massima sicurezza per concentraci nella creazione di strategie efficaci. Attualmente, come hanno dimostrato i nostri esperti, possiamo iniziare la stimolazione ovarica in diversi momenti del ciclo senza perdere l’efficacia e possiamo persino effettuare due stimolazioni nello stesso ciclo per ottenere il maggior numero possibile di ovociti nel minor tempo possibile.

La doppia stimolazione ovarica ci consente di accumulare ovociti da diversi cicli di stimolazione. In alcuni pazienti, tuttavia, l’idoneità dell’ovulo vetrificato può essere ridotta. In questi casi si consiglia una doppia FIVET durante il processo di doppia stimolazione, fecondando gli ovociti freschi per accumulare embrioni. (approfondimento informazioni su Doppia FIV).

Questo tipo di strategie (Doppia stimolazione ovarica) ci permettono di incrementare le possibilità di successo non solo per ottenere una gravidanza, ma anche per aumentare la famiglia in futuro e congelare gli embrioni ottenuti.

Tecniche di “ringiovanimento” o attivazione ovarica

Procedure con risultati promettenti sono state recentemente implementate in pazienti con prognosi sfavorevole. Si tratta di trattamenti di attivazione ovarica, che favoriscono lo sviluppo dei follicoli che rimangono dormienti nell’ovaio.

A tale scopo, somministriamo plasma ricco di piastrine nell’ovaio, aumentando il numero di ovociti ottenuti in pazienti con scarsa risposta ovarica. (approfondimento informazioni sul plasma ricco di piastrine per una riserva ovarica bassa)

D’altra parte, la tecnica della frammentazione ovarica tenta di ottenere cicli spontanei o una risposta alla stimolazione in pazienti con insufficienza ovarica o menopausa precoce. (approfondimento informazioni sulla frammentazione ovarica)

Queste tecniche aumenteranno la possibilità di ottenere una gravidanza con i propri ovuli in pazienti la cui alternativa attuale sarebbe l’ovodonazione.

Come abbiamo visto, gli ultimi progressi tecnologici tengono sempre presente lo spirito dell’Instituto Bernabeu teso ad applicare una medicina centrata nel paziente e ci permettono di creare una medicina personalizzata che garantisca alle donne a ”Bassa Risposta Ovarica” il raggiungimento del desiderio di completare la propria famiglia.

Potrebbe interessarla anche:

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19