Foro Blog

In cosa consiste SIRHA (Sistema di Informazione di Riproduzione Umana Assistita)? Sicurezza per i pazienti e le cliniche di Riproduzione Assistita

In cosa consiste SIRHA (Sistema di Informazione di Riproduzione Umana Assistita)? Sicurezza per i pazienti e le cliniche di Riproduzione Assistita

SIRHA, acronimo spagnolo di Sistema di Informazione di Riproduzione Umana Assistita è una piattaforma informatica instaurata dal Servizio Nazionale di Salute in cui si registra ed è possibile consultare tutte le attività associate alle Tecniche di Riproduzione  Assistita di qualsiasi centro di medicina riproduttiva a livello nazionale. Comprende il Registro dei centri dedicati alla medicina riproduttiva, il Registro Nazionale di attività e risultati dei diversi centri e il Registro Nazionale di donatori e donatrici di gameti ed embrioni.

Cos’è il Sistema di Informazione di Riproduzione Umana Assistita SIRHA?

La Spagna è il paese europeo in cui si realizzano più trattamenti di donazione di ovuli (ovodonazione) grazie alla qualità e alla buona reputazione delle nostre cliniche e alla legislazione che permette questa realizzazione a differenza di altri paesi. Per migliorare queste procedure e offrire la maggior trasparenza e sicurezza per i pazienti, è stato sviluppato il cosiddetto SIRHA:

Registro nazionale di donatori e donatrici di gameti e pre-embrioni

Probabilmente questo sarà il contributo più rilevante di questa iniziativa. Si tratta di un sistema di gestione per il registro unico di donatori/donatrici di gameti a livello nazionale che permette di controllare il numero di donazioni effettuate e il risultato di ciascuna e degli studi effettuati ai donatori/donatrici mantenendo sempre l’anonimato di ognuno.

Casi precedenti

Con la prima legge in materia di Riproduzione Assistita accettata nel 1988 si propose per la prima volta la necessità di stabilire un registro nazionale di donatori/donatrici materializzato anni dopo su richiesta dell’Unione Europea. In questa legge si stabiliva anche che il numero massimo di bambini nati dallo stesso donatori/donatrice non poteva essere superiore a sei. Ma questo dato era difficile da controllare perché ogni singola clinica aveva in registro proprio dei donatori/donatrici del centro e non esistevano meccanismi affidabili per controllare eventuali donazioni in altre cliniche.

Ruolo di SIRHA nella gestione delle donazioni di gameti:

La piattaforma informatica SIRHA offre soluzioni e permette una corretta tracciabilità dall’origine fino alla destinazione finale e una gestione completa dei trattamenti di Riproduzione Assistita che richiedono l’uso di gameti donati. 

Come funziona?

Per sviluppare questo sistema, ogni donatore/donatrice viene registrato nella piattaforma e identificato con un codice personale che sarà sempre lo stesso indipendentemente della clinica in cui avviene la donazione. Una volta effettuati gli studi pertinenti e confermata l’idoneità come donatore/donatrice, la piattaforma assegnerà ad ogni donazione un codice unico o codice SEC (sistema europeo di codificazione). Questo codice offre informazioni del paese e del centro della donazione, un numero di Identificazione della donazione e del tipo di campione biologico (ovociti, seme o embrioni).  

La funzione di questo numero di identificazione consiste nel poter conoscere l’origine e la destinazione finale dei gameti donati, sempre salvaguardando l’anonimato del donatore/donatrice e del paziente che lo riceve, con le misure di sicurezza elettroniche opportune.

Perché è interessante per i centri e i pazienti avere un registro nazionale di donatori/donatrici SIRHA?

Raccoglie in modo centralizzato il risultato di ciascuna donazione e conta il numero di bambini nati in ogni centro di donazione. Questo strumento permette quindi di avere:

  • Un controllo reale del numero di bambini nati da un donatore/donatrice stando a quanto stabilisce la normativa (non più di 6).
  • Offre un sistema di biosorveglianza in modo tale che, in caso di inconvenienti o eventi sospetti di un’origine genetica rilevata in un neonato, permetterebbe di assumere le misure opportune rispetto al donatore/donatrice per evitare che si ripetesse l’accaduto. 

Qual è la situazione attuale dei registri ufficiali in materia di riproduzione assistita?

SIRHA

Attualmente, tutte le sedi nazionali dell’Instituto Bernabeu lavorano con questo sistema di gestione. L’integrazione in SIRHA è stata graduale e cambia da regione a regione.

Registro nazionale dei centri di Riproduzione Assistita

Sapevi che in Spagna esistono più di 300 centri di medicina riproduttiva? Questa cifra va in aumento e la funzione di questo registro consiste nell’aggiornare e definire le varie attività autorizzate tra le varie opzioni di trattamento esistenti. Nel seguente link elenchiamo l’offerta assistenziale dell’Instituto Bernabeu: 

http://regcess.mscbs.es/regcessWeb/inicioBuscarCentrosAction.do

Registro nazionale di attività e risultati di tecniche di riproduzione (registro SEF)

Dal 2016 tutti i centri ufficiali di fertilità devono obbligatoriamente presentare ogni anno le proprie attività e tassi di successo per ciascuna delle tecniche utilizzate che coordinano assieme al Ministero della Salute de la Società Spagnola di Fertilità. Questo registro ha una doppia finalità. Da una parte, è pubblico e a disposizione di qualunque paziente che con questi dati potrà valutare oggettivamente le informazioni e prendere la decisione opportuna e scegliere la clinica in cui sottoporsi al trattamento. Inoltre, offre informazioni importanti ai professionisti sull’evoluzione della medicina riproduttiva in ciascun paese.

Jaime Guerrero, biologo dell’Instituto Bernabeu.

Link di interesse:

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19