Foro Blog

Anaeiaculazione e fertilità: Cos’è? Esiste un trattamento? Potrò diventare papà?

Anaeiaculazione e fertilità: Cos’è? Esiste un trattamento? Potrò diventare papà?

Le disfunzioni legate all’eiaculazione sono i disturbi sessuali più frequenti nella popolazione maschile. Sono consultazioni frequenti durante le visite di urologia e una possibile causa di infertilità

Cos’è la anaeiaculazione? 

L’anaeiaculazione è definita come un tipo di disfunzione che consiste nell’assenza di emissione di liquido seminale in concomitanza dell’orgasmo, che quindi non raggiunge il tratto genitale femminile. L’incidenza è del 0.39 per cento in pazienti che richiedono riproduzione assistita.

Che tipi di anaeiaculazione esistono e quali sono i sintomi?

  • Si può classificare come primaria quando esiste un’assenza di eiaculazione durante tutta la vita dell’uomo o
  • secondaria quando il paziente perde la facoltà di eiaculazione in un momento determinato della propria vita.
  • Si può classificare anche come situazionale, in cui si produce eiaculazione in determinate pratiche sessuali ma non al momento dell’orgasmo, o
  • totale se non si produce eiaculazione indipendentemente dall’orgasmo o meno.

Quali sono le cause dell’anaeiaculazione?

  • L’anaeiaculazione può essere dovuta a cause psicologiche,come lo stress, l’ansia o la bassa autostima,
  • cause farmacologiche e
  • cause fisiche come l’ostruzione delle vie seminali, iperplasia prostatica o crescita della prostata, prostatite o infiammazione della prostata, chirurgie addominali, chirurgie urologiche, diabete, lesione del midollo spinale, sclerosi multipla, Parkinson, ecc.
  • In alcune occasioni, a causa di eiaculazione retrograda, in cui il liquido seminale torna verso la vescica invece di uscire dall’uretra.
  • Può essere inoltre causata dal consumo di altre sostanze come droghe o alcol

Come possiamo diagnosticare e trattare l’anaeiaculazione?

Per effettuare una diagnosi corretta è importante conoscere la situazione medica del paziente ed effettuare una vista medica completa. Per sapere se l’uomo presenta eiaculazione retrograda si può analizzare un campione di urina post orgasmica per confermare la presenza di spermatozoi nelle urine. Se non fossero visibili, si potranno prelevare mediante aspirazione di epididimo o una biopsia testicolare. Se l’anaeiaculazione è causata da farmaci, si procederà all’eliminazione dei medicinali se il medico lo considerasse opportuno. Il trattamento psicologico è altrettanto importante in questi casi.

Potrò diventare papà se soffro di anaeiaculazione?

Grazie ai vari trattamenti e alle tecniche di riproduzione assistita esistenti, se l’uomo soffre di anaeiaculazione, potrà contribuire al raggiungimento della gravidanza.

Bibliografia:

  • Clinical review of ejaculatory disfunction. Toshikazu Otani. Reproductive medicine and biology, 2019.
  • Infertility and assisted reproduction. Cambridge University Press, 2008

Mónica Aparicio biologa dell’Instituto Bernabeu

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19