Foro Blog

Sindrome del Cromosoma X-fragile e fertilità

Sindrome del Cromosoma X-fragile e fertilità

Quali sono le caratteristiche fisiche e i  sintomi della Sindrome X Fragile?

La sindrome di  X-fragile è una delle cause di ritardo mentale ereditario più frequenti tra la popolazione.

Il gene responsabile della malattia viene denominato FMR1 e si trova nel cromosoma sessuale “X” e a conseguenza sia della trasmissione che della malattia, è diverso in un sesso o nell’altro. In generale, si dice che la soffrono gli uomini ma la trasmettono le donne, anche se spesso le donne possono soffrire una versione meno grave della malattia.

Gli uomini affetti, oltre alla disabilità intellettiva presentano tratti fisici caratteristici come la fronte larga, le orecchie grandi, le dita delle mani con iperlassità articolare e i piedi piatti. 

In cosa consiste lo studio genetico della Sindrome del Cromosoma X-fragile?

Nel gene FMR1 esiste una regione ripetitiva (espansione),la cui lunghezza determina se si soffre o meno la malattia:

  • Con una lunghezza compresa tra 5 e 55 ripetizioni gli individui sono normali.
  • Al di sopra delle 200 ripetizioni (Mutazione completa) si soffre la malattia. La causa sta nel fatto che un numero elevato di ripetizioni produce un blocco o inattività del gene FMR1.  Negli uomini che possiedono un’unica copia del gene, l’inattività conduce all’assenza della proteina FMR1 che causa un insieme di sintomi clinici conosciuti come Sindrome X-fragile.
  • Esiste una terza possibilità (Premutazione) che prevede un numero di ripetizioni comprese tra 55 e 200. In questo caso, il funzionamento del gene FMR1 non ne è affetto e non si mostrano i sintomi. Il problema può sorgere tra i discendenti perché una premutazione tende ad aumentare quando passa da una generazione all’altra. Se si raggiungono le 200 ripetizioni, il bambino nascerà con Sindrome del Cromosoma X-fragile.

Lo studio genetico della Sindrome del Cromosoma X-fragile consiste nel determinare mediante la tecnica della PCR il numero di ripetizioni che presenta il/la paziente e in questo modo conoscere se si trova nella fascia corretta, con premutazione o mutazione completa.

Qual è il rapporto tra la fertilità e il gene FMR1?

D’altro canto, lo stato di premutazione in adulti può dare origine ad altre due situazioni:

  • FXTASFragile X Associated Tremor/Ataxia Sindrome: Si caratterizza per un tremolio intenzionale e ataxia (movimenti scoordinati) in uomini oltre i 50 anni.  Ne soffrono solo il 20% degli uomini con premutazione del gene FMR1.
  • Errore ovarico prematuro. Le pazienti portatrici di formule premutate corrono maggior rischio di sviluppare una bassa riserva ovarica o una menopausa precoce. Circa il 20% delle donne con premutazione soffrono di errori ovarici prematuri rispetto all’1% della popolazione normale.

Esiste una cura per la Sindrome X Fragile?

Oltre alla disabilità intellettiva, gli uomini affetti presentano disturbi di deficit di attenzione a causa di iperattività, ansia, depressione, aggressività e autolesionismo.  Questi sintomi possono essere trattati con diversi farmaci che permettono di migliorare la situazione clinica dei pazienti.

Si può evitare la trasmissione della Sindrome X Fragile?

Come nel caso di qualsiasi malattia ereditaria, l’analisi genetica è importante nelle famiglie con casi precedenti di Sindrome di X fragile. In questi casi, le coppie devono ricevere la consulenza adeguata per decidere liberamente ma con consapevolezza il rischio che assumono e le diverse possibilità terapeutiche: diagnosi prenataleDGP y donazione di ovociti.

Si consiglia di effettuare l’analisi del numero di ripetizioni nel gene FMR1 in pazienti con bassa riserva ovarica o menopausa precoce. In caso di premutazione, sarà necessario consultare l’esperto in genetica perché esiste un elevato rischio di avere un bambino con Sindrome di X-fragile.

Esiste una terapia per l’insufficienza ovarica prematura nelle donne portatrici di premutazione?

Presso l’Instituto Bernabeu mettiamo a vostra disposizione un’ Unità di Bassa Risposta Ovarica, e in cui lavorano specialisti in medicina riproduttivabiologia molecolare, genetica e biologia della riproduzione specializzati nell’assistenza e trattamento della bassa risposta ovarica.

Grazie all’Unità di Bassa Risposta Ovarica di IB, il paziente con insufficienza ovarica precoce può usufruire delle ultime innovazioni per la diagnosi e il trattamento di questo problema di fertilità. In questo modo, si potranno applicare soluzioni personalizzate in molte coppie che altrimenti sarebbero destinate alla donazione di ovociti.

Dott. José A. Ortizbiochimico del Instituto Bernabeu.

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19