Dopo l’ovulazione, il follicolo si trasforma in corpo luteo o corpo giallo. La formazione del corpo luteo dipende dall’apice preovulatorio dell’ormone luteinizzante (LH), e dalla quantità di ricettori per questa gonadotropina, presenti nelle cellule della granulosa e nelle cellule della teca follicolare. Entrambi i tipi cellulari cambiano la propria struttura e composizione conferendo alla parete del corpo luteo un colore giallastro.

Cos’è il corpo luteo?

Il ciclo vitale del corpo luteo si compone delle seguenti fasi:

  • Fase proliferattiva
  • Fase di vascolarizzazione
  • Fase di maturità
  • Fase regressiva

Se non vi è fertilizzazione il corpo luteo degenera e perde la propria funzionalità a causa dei livelli bassi di LH circolanti, pochi giorni prima del seguente ciclo mestruale. Se invece l’ovocito viene fecondato e si produce l’annidamento e l’inizio dello sviluppo embrionale, la vita del corpo luteo si prolunga e la gonadotrofina corionica umana conserverà il corpo luteo per un tempo determinato. Questa segrega principalmente progesterone che agisce sulla mucosa uterina che ospiterà l’ovulo fecondato o l’embrione. Per questo motivo la sintesi di progesterone è essenziale per l’inizio e la conservazione delle prime fasi della gravidanza.

Il corpo luteo ha quindi una doppia funzione, poiché, con la sua durata limitata in cicli non fertili mantiene l’attività mestruale e con la sua maggiore persistenza durante la gravidanza, porta alla produzione di sostanze endocrine che permettono l’inizio e il mantenimento della gravidanza.

Mª Carmen Díaz, biologa dell’ Instituto Bernabeu.

Rate this post