Foro Blog

Che può causare perdite di sangue al di fuori della menstruazione?

La maggior parte delle donne in età fertile hanno avuto qualche volta perdite di sangue al di fuori del periodo mestruale. Questo fenomeno è alquanto frequente e non necessariamente è sinonimo di un problema di salute.

A cosa è dovuto questo sanguinamento?

Le cause attribuibili a questi tipi di perdite sono legate a problemi di ovulazione, assunzione di contraccettivi ormonali, patologie uterine o gravidanza.  

  • I disturbi legati all’ovulazione sono più frequenti in età estreme della vita riproduttiva (donne molto giovani o donne in età perimenopausale). Le pazienti con sindrome di ovaie policistiche o problemi tiroidei possono presentare questo tipo di disturbo. 
  • Contraccettivi Ormonali: Le perdite durante la somministrazione di contraccettivi ormonali sono frequenti, soprattutto durante i primi 2 mesi del trattamento.  Se il problema dovesse persistere dopo diversi mesi, si consiglia di consultare il ginecologo per valutare la possibilità di cambiare metodo.  
  • Patologia uterina: Si devono scartare le patologie benigne più frequenti come i polipi e i miomi.
  • Gravidanza: Durante tutta la gravidanza si possono verificare perdite sporadiche soprattutto nel primo trimestre.  

Quando devo preoccuparmi?

  1. È importante saper riconoscere i sintomi o segnali d’allarme. Quando il sanguinamento è accompagnato da dolore e non diminuisce con gli analgesici tradizionali; quando è più abbondante del solito; quando si verifica dopo un rapporto sessuale o è accompagnato da febbre, vomito o disagio durante la minzione, è necessario consultare uno specialista. 
  2. Quando le perdite avvengono in una paziente in menopausa
  3. Nelle donne incinte, specialmente se è maggiore o uguale ad una mestruazione in qualsiasi momento della gravidanza.

Dott.ssa Ruth Romero, ginecologa nell’Instituto Bernabeu.

POTREBBE INTERESSARLE ANCHE:

Parliamo

Ti consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19