Attualità

I ricercatori dell’Instituto Bernabeu descrivono i progressi che permettono di diagnosticare una complicazione rara: l’utero incarcerato

30-01-2019

I ricercatori dell’Instituto Bernabeu descrivono i progressi che permettono di diagnosticare una complicazione rara: l’utero incarcerato

Vari ricercatori dell’Instituto Bernabeu hanno presentato l’esperienza di un caso clinico di utero incarcerato, una complicazione della gravidanza poco frequente. Lo studio è stato presentato al I Congresso Nazionale della Società Spagnola di Infertilità e Sterilità (SEISEGO) tenutosi in occasione del Congresso della Società Spagnola di Ginecologia e Ostetricia (SEGO). L’utero incarcerato durante la gravidanza si verifica quando l’utero rimane incastrato nella pelvi ed esistono pochissimi casi del genere, solitamente gravi e difficili da diagnosticare. Per questo motivo questo studio è importante per conoscere meglio la situazione e aiutare gli esperti a comprendere il momento e i sintomi di questa patologia.

Un utero incarcerato durante la gravidanza è un utero incastrato nella pelvi della donna. Nel caso clinico descritto dagli esperti dell’Instituto Bernabeu, la paziente di 39 anni aveva avuto problemi in precedenza di endometriosi profonda ed è riuscita a restare incinta due volte con cicli di donazione di ovuli conclusi poi in aborto. Nel primo caso, alla 15ª settimana la paziente ha iniziato ad avere un forte dolore addominale associato a blocco urinario che ha portato alla necessità di un catetere e alla 18ª settimana si è verificato l’aborto causato da corioamniotite.

La seconda gravidanza è stata seguita più scrupolosamente, ma a causa dell’intensità delle aderenze addominali la paziente ha avuto un aborto. Alla 17ª settimana erano apparsi gli stessi sintomi della gravidanza precedente e alla 21ª si è verificata la perdita. L’analisi mediante ecografia 3D ha dimostrato la gravità delle aderenze addominali. I ricercatori sottolineano che la robustezza delle aderenze hanno ostacolato le eventuali terapie possibili per poter portare avanti la gravidanza. Nelle loro conclusioni avvertono che il dolore addominale e il blocco urinario durante il secondo trimestre potrebbero essere causati da un utero incarcerato che deve poi essere correttamente diagnosticato.

Incarceración uterina. Herencia, B. Moliner, A. Bernabeu, F. Sellers, R. Bernabeu. Comunicación oral

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19