Attualità

L’Instituto Bernabeu studia l’uso di un nuovo farmaco per ridurre le contrazioni prima del trasferimento di embrioni in pazienti con aumento della contrattilità uterina

06-02-2019

L’Instituto Bernabeu studia l’uso di un nuovo farmaco per ridurre le contrazioni prima del trasferimento di embrioni in pazienti con aumento della contrattilità uterina

Una ricerca dell’Instituto Bernabeu ha studiato come ridurre la ipercontrattilità uterina nei momenti che precedono il trasferimento di embrioni e se l’uso di Atosibán è utile in pazienti che soffrono questo problema. I risultati della ricerca “Trattamento con Atosiban dell’ipercontrattilità uterina nel trasferimento di embrioni” sono stati presentati nel I Congresso Nazionale della Società Spagnola di Infertilità e Sterilità (SEISEGO).

Gli esperti dell’Instituto Bernabeu avvertono che la contrattilità uterina eccessiva potrebbe essere la causa di alcuni errori embrionali e aborti ripetitivi. Per questo motivo, hanno studiato se la somministrazione di Atosibán potrebbe essere utile in pazienti con progesterone sierico normale o con sintomatologia dolorosa in trasferimenti precedenti. “Atosibán, come antagonista dell’ossitocina, come possibile terapia assieme alla somministrazione del progesterone per ridurre la frequenza delle contrazioni”, espongono.

Nel presente studio si analizza rispettivamente un gruppo di pazienti trattati con Atosiban per diversi motivi (dolore post-trasferimento o aumento della contrattilità dopo l’analisi) da novembre 2017 a settembre 2018. Le pazienti avevano un’età media di 39 anni e avevano avuto almeno 3 aborti, per cui la prognosi era alquanto critica. Alla fine, un 68,8% delle pazienti hanno ottenuto un test di gravidanza positivo; di queste pazienti, il 31,3% hanno avuto una gravidanza clinica, il 12,5% una gravidanza biochimica e il  25% un aborto clinico.

I ricercatori dell’Instituto Bernabeu affermano che l’uso di Atosiban può essere una possibilità ragionevole per le pazienti con prognosi difficile e ipercontrattilità uterina.

 

Tratamiento con Atosiban de la hipercontractilidad uterina en el embriotransfer. Moliner, J. Ll. Aparicio, A. Bernabeu, F. Sellers, Á. Llaneza, R. Bernabeu.

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19