Per Menopausa intendiamo l’assenza permanente della mestruazione. È una diagnosi retrospettiva (indietro nel tempo) perché parliamo di Menopausa quando è trascorso un anno dall’ultimo ciclo e non vi è stata nessuna perdita mestruale.

Si verificato solitamente attorno ai 50 anni ed è legata al numero di ovociti delle ovaie.

In base all’età in cui si presenta può essere:

  • Menopausa precoce: prima dei 45 anni
  • Menopausa tardiva: dopo i 55 anni
  • Errore ovarico precoce: si produce in una donna al di sotto dei 40 anni, può essere transitorio o no.

La causa della menopausa è principalmente l’esaurimento follicolare delle ovaie  e i fattori che possono influire sono diversi.  Innanzitutto, il fattore ereditario, la paternità (nº di figli), il fumo e le malattie generale che richiedono chirurgia, radioterapia e chemioterapia.

Stando a come si presenta, la menopausa può essere:

  • Naturale: avviene in modo graduale e progressivo per invecchiamento delle ovaie
  • Artificiale: provocata da castrazione chirurgica (estirpazione delle ovaie) o per distruzione di cellule germinai con radiazioni o chemioterapia.

 Le cause più frequenti della menopausa precoce sono:

    1. Genetiche
      • Sindrome di Turner
      • Sindrome triple XXX
      • Delezioni del cromosoma Y
      • Mosaicismi
      • Isocromosoma X
    2. Ereditarie: alterazioni genetiche non dimostrabili
    3. Immunologiche
      • Lupus eritematoso sistemico
      • Artrite reumatoide
      • Miastenia
      • Anemia emolitica autoimmune
      • Alterazioni tiroidee
      • Morbo di Addison
    4. Agenti distruttivi di cellule germinali   
      • Radiazioni
      • Chemioterapia
      • Infezioni
    5. Chirurgia ovarica
    6. Alterazioni metaboliche
    7. Idiopatica

La diagnosi della menopausa è sintomatico, prima della verifica di un anno di amenorrea (assenza di mestruazione). Salvo in determinate occasioni, non è necessario effettuare studi ormonali.  In caso di necessità, gli ormoni da valutare sono:

  • FSH > 40 UI/ml
  • Estradiolo < 30-50 pg/ml

Questi risultati devono confermarsi 2-3 volte o periodicamente in caso di donne giovani perché vi potrebbero essere casi i reversibilità.

La menopausa comporta uno stato di deficit estrogenico le cui conseguenze a corto e lungo termine sono: alterazioni neurovegetative (scalmane, sudorazione, palpitazioni, insonnia, cefalea, ecc.), irritabilità, stato d’animo depressivo, alterazioni della pelle e mucose, atrofia genitaleosteoporosi (perdita di massa ossea), malattie cardiovascolari…

Tutti questi sintomi sono il motivo principale per cui è necessario trattare la menopausa e la perimenopausa (periodo precedente caratterizzato da irregolarità mestruali) e ottenere quindi una qualità di vita migliore.

Esistono diversi trattamenti e cure che devono essere sempre controllate da un professionista.  Presso l’Instituto Bernabeu vi sono professionisti specializzati in questo settore che possono aiutarvi a trovare la soluzione personalizzata per palliare questi sintomi e migliorare la qualità della vita.

ESSERE MADRE CON MENO PAUSA PRECOCE

Oggigiorno essere in menopausa non è un impedimento per avere un figlio. Grazie alle tecniche di riproduzione assistita, questo gruppo di pazienti non sono obbligate a rinunciare al desiderio di diventare mamme.

MAGGIORI INFORMAZIONI sulla menopausa nell’apposita sezione del sito web.

Rate this post