imagen6Cos’è il progesterone? Basta prestare attenzione alla parola per scoprire di cosa si tratta e quali sono le sue funzioni.  PRO-GESTERONE: l’ormone che favorisce la gestazione. Partiamo da qui.

Il progesterone è imprescindibile in una gravidanza. Gli effetti sono molteplici e vari.  È una sostanza naturale che viene segregata nell’ovulo dopo l’ovulazione e durante al seconda metà del ciclo mestruale. Il progesterone rende ricettivo l’utero materno; se la produzione di progesterone è insufficiente l’embrione non si annida o vi è un rischio elevato di aborto.  Rilassa anche la muscolatura uterina favorendo l’inizio della gravidanza.

A livello mammario prepara il seno per un possibile allattamento.  È inoltre responsabile della maggior parte dei sintomi tipici dell’inizio della gravidanza tra cui: la stitichezza, la sonnolenza, la sensazione di stanchezza, ecc. perché oltre alla produzione ovarica, inizia la formazione della placenta, il vero organo di sostegno della gravidanza.

La scarsità di progesterone si associa ad un errore di annidamento, aborto ripetitivo parto prematuro; per questo motivo, trattandosi di una sostanza naturale priva di rischi, si usa con frequenza nell’ambito della Medicina Riproduttiva.

Si usa dopo le tecniche di Fecondazione In Vitro (FIV), come aiuto per l’annidamento dell’embrione, durante lae prime settimane di gravidanza o fio al terzo o quarto mese nel caso dei pazienti con aborti ripetitivi o persino durante tutta la gravidanza in caso di rischio di parto prematuro.

Dott. Rafael Bernabeu, Direttore Medico del Instituto Bernabeu.

Rate this post