Il paziente può occuparsi del trasporto di embrioni e gameti?

Nonostante faccia parte del lavoro quotidiano di un centro di Medicina Riproduttiva, attualmente è sempre più frequente la necessità di trasportare campioni biologici (ovociti, seme o embrioni) da un centro ad un altro e persino da un paese all’altro.

I motivi possono essere diversi:

– Desiderio dei pazienti di continuare il trattamento in un’altra clinica. Ad esempio, se vi è un cambio di domicilio dei pazienti e se per comodità si desidera custodire gli embrioni in un’altra banca di embrioni di una clinica più vicina al nuovo domicilio.

– Necessità di gameti donati quando la clinica che segue il trattamento non ha una banca di gameti e preembrioni. Ad esempio, l’uso del liquido seminale proveniente dalla banca di seme per madri single.

Il trasporto di embrioni e gameti è legale?

La Legge 14/2006 in materia di Tecniche di Riproduzione Assistita stabilisce che è possibile trasportare embrioni congelati sia presso un’altra clinica spagnola che al di fuori della Spagna, ma dovrà occuparsene la clinica e utilizzare un’azienda di trasporti autorizzata e certificata al tal fine.

Inoltre, la clinica di origine non potrà negare il trasferimento se così lo desiderano i pazienti.

Chi può occuparsi del trasporto di embrioni e gameti?

I pazienti non sono autorizzati ad effettuare il trasporto di materiale genetico. È importante seguire e rispettare i protocolli che garantiscano la sicurezza e la tracciabilità del processo. Solitamente si conta con la collaborazione di aziende di trasporti con personale abilitato o, in casi specifici, il personale stesso delle cliniche che intervengono nel processo.

 Come viene effettuato il trasferimento?

Sebbene non siano standardizzati, i passaggi abituali da seguire sono:

  • Consegna della richiesta di trasferimento dei campioni al centro presso cui sono custoditi.
  • Informare la clinica a cui sono destinati i campioni di voler trasferire il materiale genetico presso il loro centro.
  • Firma dell’autorizzazione per il trasporto, per il trasporto della custodia e il trasferimento di informazioni personali relativi ci campioni e ai dettagli di ogni singolo caso per garantire la protezione dei dati.
  • Firma del contratto temporale tra le cliniche che comprenda le informazioni dia del centro di origine che ricevente e dei responsabili del processo in entrambe le banche di conservazione.
  • Trasporto dei campioni in appositi recipienti disegnati per evitare che si danneggi il materiale biologico.
  • Il centro di destinazione deve rilasciare una ricevuta al centro di origine.

Tipi di trasporto di embrioni e gameti

Esistono diversi tipi di trasporto di campioni biologici per questi casi, ma il più comune è il recipiente di azoto liquido.  Questa modalità offre le migliori condizioni di conservazione dei campioni, soprattutto per ovociti e pre-embrioni, sebbene l’uso di scatole con ghiaccio secco o neve carbonica sono altrettanto effettive per il trasporto di liquido seminale.

Trasporto in altri paesi

La spedizione dei campioni in un paese estero è un po’ più complessa.  Innanzitutto, è necessario richiedere al Ministero della Salute un’autorizzazione di esportazione che impiegherà varie settimane ad essere concessa.  Successivamente, il processo è identico a quello descritto in precedenza.

Si ricorda che il trasferimento di campioni non è ammesso nei casi di successiva surrogazione uterina, perché questo tipo di trattamento non è permesso in Spagna.

Quali rischi si corrono durante il trasporto di embrioni e gameti?

I rischi più frequenti riguardano la manipolazione dei campioni quando si passano da un recipiente all’altro sia presso il centro di origine che nel centro a cui sono destinati.  Inoltre, è importantissimo saper gestire le confezioni ed effettuare il trasporto il più veloce possibile per evitare che si modifichino le condizioni di temperatura idonee dei campioni.

Chi è il responsabile in caso di problemi durante il trasporto??

In caso di deterioramento del materiale biologico durante il trasporto, il responsabile sarà l’azienda di trasporti e il dipendente, a cui si solleciteranno danni di responsabilità civile.

In poche parole…

Il trasferimento di pre-embrioni o gameti è un processo delicato che comporta determinati rischi, per cui i pazienti devono essere correttamente informati.

Attualmente non esiste un protocollo standardizzato per queste procedure ed ogni centro stabilisce i propri requisiti rispettando sempre gli interessi del paziente. I

Rate this post