Attualità

Stando ad uno studio dell’Instituto Bernabeu l’eparina migliora la prognosi delle pazienti con aborti ripetitivi ed errori di annidamento

25-07-2018

Una ricerca frutto dell’Instituto Bernabeu ha concluso che l’uso di eparina, un farmaco anticoagulante, migliora la prognosi dei cicli di fecondazione in vitro (FIV) e ICSI (iniezione intracitoplasmatica) in pazienti con aborti ripetitivi o errori di annidamento.

Lo studio gestito dalla Dottoressa Ana Fabregat è stato presentato al congresso della Società Spagnola di Fertilità e ha analizzato i trattamenti delle donne riceventi di ovociti (con lo scopo di scartare l’età della donna come causa degli aborti) affette da aborti ripetitivi ed errori di annidamento le cui prove in laboratorio sono state in tutti i casi normali. La ricerca ha determinato che le pazienti trattate con eparina presentavano una probabilità cinque volte superiore per ottenere una gravidanza evolutiva rispetto a coloro che non avevano ricevuto questo tipo di trattamento.

Fino ad ora, l’eparina si somministrava su pazienti con trombofili che presentavano aborti ripetitivi ed errori di annidamento e lo studio è andato oltre lo studio dei casi delle pazienti con prove in laboratorio normali.

Instituto Bernabeu ha un’unità specifica di Aborto Ripetitivo ed Errore di Annidamento che personalizza il trattamento di ogni paziente adattandosi alle necessità e caratteristiche di ognuno.

¿Es útil la administración de heparina para mejorar el pronóstico en casos de abortos de repetición y/o fallos de implantación cuando el perfil de trombofilias y/o inmune no está alterado. Fabregat Reolid, A.; Soria Moya, L.; Ortiz Salcedo, JA.; Guerrero Villena, J.; Garcia Hernández, E.; Turienzo Díez A.; Lledó Bosch, B.; Bernabeu Pérez, R. Comunicación oral.

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19