Attualità

L’Instituto Bernabeu studia la possibilità di mantenere in coltura gli ovociti che hanno presentato errori di fecondazione o fecondazione anomala

04-02-2020

L’Instituto Bernabeu studia la possibilità di mantenere in coltura gli ovociti che hanno presentato errori di fecondazione o fecondazione anomala

Le Unità di Embriologia e di Medicina Riproduttiva dell’Instituto Bernabeu gestiscono un lavoro di ricerca il cui obiettivo è determinare se è possibile recuperare un numero ragionevole di blastocisti di buona qualità – un embrione di 5/6 giorni di sviluppo in fase previa all’annidamento – dopo la fase di coltura e osservazione di questi ovociti non fecondati correttamente. Nei laboratori di fecondazione in vitro (FIV), circa il 20% degli ovociti inseminati presentano errori di annidamento e il 3% degli ovociti inseminati presentano una fecondazione anomala.

I ricercatori hanno osservato i risultati di circa un miliardo di zigoti frutto di cicli di fecondazione in vitro (FIV) e di iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (ICSI) dopo l’inseminazione di oltre 3.000 ovociti. Per confrontare la formazione di blastocisti di buona qualità, gli embriologi dell’Instituto Bernabeu hanno creato diversi gruppi in base alla provenienza degli ovili – propri o donati – freschi o vitrificati, il tipo di seme – fresco o congelato – il mezzo di coltura utilizzato fino al 6º giorni di sviluppo embrionale.

Analizzando risultati, i ricercatori non hanno riscontrato differenze statistiche dopo il confronto delle percentuali di blastocisti di buona qualità in ogni gruppo.

Hanno sottolineato che, considerando la bassa percentuale di zigoti che hanno raggiunto la fase di blastocisto provenienti da ovociti non fecondati (ONF) e ovociti fecondati in modo anomalo (OFA) non si consiglia di analizzarne l’evoluzione “ad eccezione dei casi in cui non è presente una fecondazione corretta. In questi casi, lo studio del progresso deve essere accompagnato da una biopsia delle cellule del trofoectodermo per poter conoscere a situazione cromosomica di questi blastocisti”, avvertono gli esperti nelle proprie conclusioni. La ricerca è stata presentata nel Congresso dell’Associazione per lo Studio della Biologia della Riproduzione (ASEBIR) tenutosi ad ottobre del 2019 a Cáceres.

 ¿Merece la pena mantener en cultivo los ovocitos con fallo de fecundación o fecundación anómala?

M. Aparicio, L. Herrero, L. Cascales, R. Romero, J. Ll. Aparicio, J. Ten, R. Bernabeu

 

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19