Attualità

L’Instituto Bernabeu analizza se l’uso di probiotici vaginali migliora i risultati dei trattamenti di riproduzione assistita

03-02-2020

L’Instituto Bernabeu analizza se l’uso di probiotici vaginali migliora i risultati dei trattamenti di riproduzione assistita

L’Instituto Bernabeu ha sviluppato uno studio di ricerca per analizzare se l’uso di probiotici potrebbe incrementare il tasso di gravidanza nei trattamenti di riproduzione assistita. È stata effettuata una ricerca a cui hanno partecipato pazienti con diagnosi di errore di annidamento ricorrente (RIF) e pazienti prive di questa patologia.

I ricercatori partono dalla base che è fondamentale il corretto equilibrio (eubiosi) del microbioma vaginale per la conservazione della salute riproduttiva della donna. Negli studi precedenti dell’Instituto Bernabeu è stato osservato che lo squilibrio del microbiota vaginale (disbiosi), con la diminuzione di specie utili come il Lactobacillus spp. e l’apparizione di specie batteriche nocive potrebbero alterare il risultato dei trattamenti di riproduzione assistita. Le tecniche di sequenziamento massivo (NGS) e lo studio del gene rRNA16S rappresentano un potente strumento per la valutazione e l’analisi del modello di microbioma.

Lo studio è stato gestito dalla  coordinatrice dell’Unità di Consulenza Genetica e Riproduttiva dell’Instituto Bernabeu, la dottoressa Andrea Bernabeu, dalla direttrice del  laboratorio di Genetica e Biologia Molecolare, la dottoressa Belén Lledó, e dalla biologa Mayka Díaz. Mostra un aumento della percentuale di abbondanza relativa di Lactobacillus spp. dopo il trattamento con probiotici vaginali, in entrambi i gruppi dello studio (RIF e non RIF). “Probabilmente questo miglioramento nel microbioma vaginale potrebbe collegarsi ad un miglior tasso di annidamento in pazienti sottoposte a trattamenti di riproduzione assistita”, sottolinea la biologa molecolare. Allo stesso tempo, la diminuzione del genere Gardnerella spp., legato a effetti nocivi sulla salute riproduttiva della donna,  potrebbero contribuire al miglioramento dei risultati grazie alla diminuzione dell’abbondanza relativa.

“El uso de probióticos podría mejorar los resultados en los tratamientos de reproducción asistida modulando el patrón de microbioma vaginal”

M. Díaz, B. Lledó, A. Bernabeu, JA Ortiz, V Ruiz, FM Lozano, J. Ten, J. Ll. Aparicio, R. Bernabeu

 

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19