fbpx

Attualità

La Dottoressa Andrea Bernabeu partecipa a “Alicante Conexión Salud” per parlare di trasformazione digitale e intelligenza artificiale nel settore sanitario.

01-12-2023

La Dottoressa Andrea Bernabeu partecipa a “Alicante Conexión Salud” per parlare di trasformazione digitale e intelligenza artificiale nel settore sanitario.

Il Centro Congressi di Elche ha ospitato la seconda edizione del Forum di Open Innovation sulla Salute “Alicante Conexión Salud”, organizzata dalla Fondazione FISABIO e dal Dipartimento di Salute dell’Ospedale Universitario Generale di Elche, con il supporto dell’Agenzia Valenciana per l’Innovazione. L’evento ha riunito i maggiori esperti del settore medico, tecnologico e della ricerca. Tra questi, la dottoressa Andrea Bernabeu, co-direttrice medico dell’Instituto Bernabeu, che ha partecipato alla tavola rotonda “Trasformazione digitale e intelligenza artificiale: sfide e opportunità nel settore sanitario” insieme a Isabel Meseguer, responsabile del Business Development dell’ITI, Francisco Pérez, CEO del Grupo 3D Solutions e Rubén Cabrera, specialista in oftalmologia dell’Hospital Vega Baja e ricercatore del FISABIO. La tavola rotonda è stata moderata da Fermín Crespo, Direttore Generale della Sociedad de Proyectos para la Transformación Digital (Società dei Progetti per la Trasformazione Digitale).

La Dott.ssa Bernabeu ha condiviso il suo punto di vista e le sue conoscenze sulle sfide e le opportunità poste dalla trasformazione digitale e dall’intelligenza artificiale nel settore sanitario, insistendo sulla necessità di affrontare queste innovazioni con una prospettiva incentrata sul miglioramento dell’assistenza sanitaria e dei risultati dei pazienti.

“L’uso dell’intelligenza artificiale, soprattutto nel campo della sanità, deve essere fatto in modo responsabile e deve essere sempre accompagnato da un pensiero critico”, ha spiegato la Dott.ssa Andrea Bernabeu. “È uno strumento potente che, senza dubbio, è qui per restare e per rivoluzionare la medicina”, ha aggiunto la dottoressa, che ha insistito sul fatto che “è uno strumento di supporto per il professionista che può aiutare nel processo decisionale durante il trattamento, ma ciò che è chiaro è che il valore del trattamento umano non può essere sostituito da alcuna tecnologia”.

Infatti, l’Instituto Bernabeu ha creato la prima Unità Specializzata in IA applicata alla Medicina Riproduttiva, che mira a utilizzare questo strumento per ottimizzare i processi e offrire i migliori risultati ai pazienti. In pratica, grazie all’uso dell’IA in medicina riproduttiva, si ottengono progressi molto importanti, come, ad esempio, la possibilità di selezionare gli embrioni più validi da trasferire alla futura madre, migliorando così i tassi di successo e riducendo al minimo i possibili fallimenti dell’impianto e, quindi, la vitalità della gravidanza.

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19