Instituto Bernabeu

Affinché avvenga il piccolo grande miracolo della gravidanza è necessario l’intervento di numerosi fattori che la rendono possibile. Alcuni sono ben conosciuti, mentre altri come il sistema immunitario ed il suo ruolo nell’annidamento embrionale, sono ancora in fase di studio e ricerca data la sua importanza. Se il sistema immunitario protegge il corpo da infezioni e malattie grazie alle difese, in che modo interviene nel successo della gravidanza?

Gli esperti dell’Unità di errore di annidamento dell’Intituto Bernabeu di Alicante spiegano innanzitutto il funzionamento del sistema immunitario che si occupa di “proteggerci da qualsiasi organismo estraneo che attaccare il nostro corpo”. La dottoressa Belén Moliner, ginecologa del IB, aggiunge che esistono diversi tipi di immunità. Da una parte, l’immunità innata presente in tutti gli esseri viventi, e dall’altra l’immunità acquisita presente solo nell’essere umano e che favorisce la creazione degli anticorpi. Vale a dire che quando il corpo umano entra in contatto con un’infezione che ha già avuto in precedenza, può rispondere in “modo veloce e coordinato per difendersi”. Questo avviene perché ha una memoria ed è in grado di ricordare ed individuare eventuali molecole pericolose che i batteri.

Se applichiamo questo ragionamento alla gravidanza, bisogna tener presente che l’embrione è un insieme di cellule che il sistema immunitario della madre deve identificare in modo adeguato per permettere che si annidi. Si dimostra in questo modo il “ruolo importante del sistema immunitario nell’annidamento dell’embrione assieme ad altri numerosi fattori”.

Quali sono le difese del sistema immunitario importanti in questo processo? L’Unità di errore di annidamento dell’Instituto Bernabeu spiega che “adesso siamo in grado di individuare alcune molecole che sappiamo che sono importanti per l’annidamento e l’origine dello stesso”. In particolare, le più studiate nell’utero sono le molecole denominate Natural Killer e i linfociti T Helper.

Le Natural Killer sono molecole che permettono all’embrione, una volta annidato, di sviluppare piccoli tentacoli che daranno origine ai vasi sanguigni e rappresenteranno il mezzo attraverso il quale nutrirsi. Ma nonostante la loro estrema importanza, dopo molte ricerche gli esperti hanno verificato ” che i pazienti con un eccesso di queste molecole spesso soffrono aborti ripetitivi. Quando abbondano le Natural Killer, si produce un annidamento troppo aggressivo nell’endometrio” che causa un aborto naturale.

Il secondo tipo di difese importanti per l’annidamento sono i linfociti T helper, molecole che aiutano il sistema immunitario ad affermare se un corpo estraneo è un batterio e, in questo caso, è necessario riempirla di anticorpi per difendersi. Esistono due tipi di T helper, il LTH1 e il LTH2, e una differenza tra questi tipi di difese può ripercuotersi negativamente sull’annidamento dell’embrione.

Inoltre, presso il centro alicantino insistono sull’ “importanza di avere un equilibrio corretto all’interno del sistema immunitario con tutte le cellule al posto giusto e in quantità proporzionale. Se non è equilibrato potrebbe essere dovuto ad altri motivi che a loro volta impediscono il corretto svolgimento della gravidanza. In generale, un sistema immunitario alterato può essere strettamente legato agli aborti o errori di annidamento. Questo è dovuto al fatto che il sistema immunitario è una parte importante nell’annidamento dell’embrione”.

Dopo aver individuato queste molecole presenti nel sistema immunitario e come influiscono sulla gravidanza, in che modo possiamo analizzare se sono correttamente equilibrate? Presso l’Instituto Bernabeu effettuiamo un’analisi per determinare se esiste un problema immune negli errori di annidamento dell’embrione o aborti ripetitivi. A tal fine, si analizzano le molecole Natural Killers e i due tipi di T helper. Queste analisi, che fanno parte di un programma integrato dell’Unità di Immunologia embrionale dell’Instituto Bernabeu, permette agli esperti della clinica di Alicante di verificare “che sia tutto sotto controllo, che non vi siano troppe o poche molecole Natural Killer e che non vi sia troppa differenza rispetto ai T helpers per cercare di equilibrarli”.

Per quanto concerne quest’analisi, la Dott.ssa Belén Lledó, biologa molecolare del IB, spiega che viene effettuata mediante un prelievo del sangue con cui si studia l’attività del sistema immunitario della paziente. “Vi sono linee di ricerca destinate ad individuare qualsiasi altra molecola che possa dare una spiegazione all’errore di annidamento e all’aborto ripetitivo”. Per quanto riguarda le Natural Killers, “vengono classificate ed osservate per poter ottenere maggiori informazioni legate ai problemi riproduttivi”.

Queste analisi sono già una realtà nei nostri centri pionieri in riproduzione assistita e contribuiscono a trasformare in realtà il sogno di molte persone di diventare genitori. Ma la ricerca sul ruolo che svolge il sistema immunitario umano sulla gravidanza è ancora aperta e in corso. È un ambito di ricerca importante perché il sistema immunitario è fondamentale nel corpo umano e ancro di più nei casi di annidamento embrionale.

Il sistema immunitario e la gravidanza
Rate this post