Doppia stimolazione: è possibile recuperare più ovociti in pazienti con bassa riserva ovarica? - Instituto Bernabeu

La doppia stimolazione ovarica o DuoStim è un protocollo di stimolazione ovarica in cui vengono eseguite due stimolazioni e due raccolte di ovociti durante un singolo ciclo mestruale (circa 28 giorni). Consiste in una prima stimolazione nella fase follicolare e in una seconda stimolazione nella fase luteale.

In quali casi è indicata?

Le pazienti che si beneficiano maggiormente della doppia stimolazione sono quelle in cui, dopo una prima stimolazione nella fase follicolare, non è possibile recuperare un numero ottimale di ovociti. Pertanto, sarebbe particolarmente indicata nelle pazienti con:

  • Bassa risposta ovarica (meno di 5 ovociti recuperati).
  • Risposta non ottimale alla stimolazione (tra 5 e 9 ovociti recuperati).
  • Con qualsiasi altro fattore prognostico sfavorevole come un’età superiore a 38 anni o il fallimento di precedenti trattamenti.
  • Potrebbe anche essere una strategia da considerare nelle pazienti che hanno poco tempo per eseguire il trattamento, come potrebbero essere le pazienti oncologiche in attesa di iniziare la chemioterapia. In questi casi, è sempre importante avere l’approvazione da Oncologia.

In che consiste la doppia stimolazione nello stesso ciclo

Viene eseguita una prima stimolazione ovarica a partire dai primi giorni del ciclo mestruale (stimolazione nella fase follicolare). Dopo circa dieci giorni di trattamento con gonadotropina, viene eseguita la prima puntura follicolare. Lo stesso giorno gli ovociti maturi recuperati vengono vetrificati.

Tra 2 e 5 giorni dopo il pick up, viene avviata la seconda stimolazione ovarica (stimolazione della fase luteale). Dopo altri dieci o dodici giorni di trattamento, viene eseguita il secondo prelievo follicolare. Questo giorno possiamo aggiungere gli ovociti recuperati a quelli della prima stimolazione per fecondarli attraverso la microiniezione di spermatozoi (ICSI).

Quali vantaggi offre?

All’Instituto Bernabeu abbiamo condotto due studi, con 69 e 194 pazienti che hanno subito un doppio trattamento di stimolazione ovarica nel nostro centro. Entrambi hanno dimostrato che durante la seconda parte della stimolazione è possibile recuperare un maggior numero di ovociti, nonché un più alto tasso di formazione di blastocisti.

Entrambi gli studi sono stati presentati a due delle principali conferenze di medicina della riproduzione, ESHRE 2019 e SEF 2020.

Allo stesso modo, è stato scoperto che la durata della stimolazione nella fase luteale era maggiore della stimolazione durante la fase follicolare, il che implica un consumo maggiore di farmaci. Tuttavia, ciò comporta un numero maggiore di ovociti recuperati.

Ha dei rischi associati?

Attualmente, non ci sono prove scientifiche per dimostrare che il protocollo di doppia stimolazione ovarica aumenta il rischio di complicanze, come eventi trombotici o cancro ginecologico in pazienti a basso rischio.

Conclusioni

La doppia stimolazione ovarica o DuoStim, è una strategia sicura e ampiamente utilizzata nella pratica clinica quotidiana presso l’Instituto Bernabeu della nostra Unità di trattamento della Bassa Risposta Ovarica. Poiché la seconda stimolazione ha mostrato risultati migliori e ci aiuta a risparmiare tempo, è un protocollo di utilità speciale nei pazienti con bassa riserva ovarica. In questo modo possiamo ottimizzare le possibilità di raggiungere la tanto desiderata gravidanza.

POTREBBE INTERESSARLE ANCHE

Dott.ssa Cristina García-Ajofrín ginecologa dell’Istituto Bernabeu

Potete effettuare una

Doppia stimolazione: è possibile recuperare più ovociti in pazienti con bassa riserva ovarica?
5 (100%) 2 votes