Che analisi sono necessarie prima di un trattamento di ovodonazione?

La ovodonazione è ormai una delle opzioni in grado di aiutare le donne che non possono utilizzare i propri ovuli per diversi motivi, tra cui la bassa riserva ovarica, la scarsa qualità degli ovociti o una menopausa precoce.

Si tratta di un processo ampiamente diffuso in Spagna. È vero che la Spagna possiede il record di donazioni e trapianti, ma è importante ricordare anche l’elevato numero di donatrici di ovuli in tutta Europa.

Le donatrici si sottopongono ad una meticoloso criterio di selezione e a diverse analisi del sangue, mediche e persino genetiche prima di entrare a far parte del programma di donazione del nostro centro. Ma, anche la donna ricevente deve sottoporsi a qualche esame medico previo?

Le analisi a cui devono sottoporsi tutte le donne che seguiranno un trattamento di ovodonazione sono:

  • Analisi del sangue, gruppo sanguigno e fattore Rh: Innanzitutto, un’analisi del sangue per determinare il gruppo sanguigno e il fattore Rh.  Il prelievo del sangue studierà l’emocromo, l’aspetto biochimico e la coagulazione e ci permetterà di conoscere lo stato di salute della donna.  Il gruppo e il fattore Rh sono parametri che si terranno conto per la selezione della donatrice.
  • Visita ginecologica: È necessaria una visita ginecologica completa e aggiornata con Pap Test cervico-vaginale e un’ecografia transvaginale per scartare eventuali patologie trasmissibili alla futura generazione.
  • Test sierologici: Stando al Reale Decreto e alla Legge Spagnola in materia di Riproduzione Assistita, è obbligatori documentare e controllare i livelli sierologici nel sangue per scartare epatite B, epatite C, Virus di Immunodeficienza Umana (HIV), Sifilide e Rosolia e che la donna possieda uno studio completo aggiornato degli ultimi 12 mesi. Questi test sierologici sono comuni e obbligatori.
  • Analisi tiroidea: Tra le analisi complementari si prevede lo studio ormonale tiroideo in cui si studia l’ormone TSH (ormone stimolante della tiroide) e gli anticorpi AntiTPO (anticorpi anti-tireoperossidasi). È importante mantenere un ottimo livello degli ormoni tiroidei per evitare livelli troppo bassi (ipotiroidismo) o troppo alti (ipertiroidismo). Gli Anti-TPO sono importanti per valutare i pazienti con ipotiroidismo subclinico, considerando che questi anticorpi sono specifici per malattie autoimmuni della ghiandola tiroidea, vale a dire situazioni con cui il sistema immunologico attacca le cellule sane del proprio corpo.
  • Emoglobina glicosilata: Si determina anche la HbA1C, conosciuta come emoglobina glicosilata. Si tratta di un esame che fornisce una visione retrospettiva del livello di zucchero nel sangue degli ultimi 3 mesi.

Nel caso di donne di 40 anni o più, è necessaria una mammografia recente.

Alle donne oltre i 45 anni verranno chieste ulteriori prove, tra cui un elettrocardiogramma, un’analisi che studia l’attività elettrica del cuore in ogni battitoQueste prove si uniranno ad un certificato medico che confermi il buono stato di salute della donna per poter portare avanti una gravidanza con le condizioni adeguate e senza ulteriori complicazioni.

Dopo aver concluso e documentato gli studi necessari, si potrà iniziare il trattamento.

Che analisi sono necessarie prima di un trattamento di ovodonazione?
Rate this post