Studio di ricerca dell’Istituto Bernabeu che collega il progesterone alla contrattilità uterina e il suo effetto nelle pazienti con mancato impianto embrionale

  • 09-09-2020

La Dott.ssa. Belén Moliner ha condotto una nuova ricerca recentemente presentata all'ultima conferenza della European Fertility Society (ESHRE). Lo studio si è concentrato su pazienti con scarsa prognosi riproduttiva, collegando i livelli di progesterone all'analisi delle contrazioni uterine il giorno del trasferimento dell'embrione.

I pazienti con ripetuti fallimenti dell'impianto sono la principale preoccupazione nei trattamenti di riproduzione assistita. Inoltre, sappiamo che la finestra di impianto svolge un ruolo molto importante nella nidificazione degli embrioni. Inoltre, durante questa finestra, il progesterone è fondamentale. A causa del suo effetto, l'endometrio diventa ricettivo e le contrazioni diminuiscono.

A seguito di questo studio, i pazienti con bassi livelli di ormone hanno finalmente dimostrato di avere una peristalsi aumentata. Di conseguenza, conoscere sia le contrazioni che i livelli di progesterone può aiutare a migliorare il trattamento dei pazienti e personalizzarlo.

 

New uterine peristalsis assessment correlates uterine contractions and progesterone level. 

B. Moliner, J. Llacer, A. Bernabeu, J.C. Castillo, A. Fuentes, F. Sellers, R. Bernabeu.

Vuoi un consiglio?
te lo diamo senza impegno