fbpx

Attualità

Il dottor Pascual Marco, ematologo dell’Instituto Bernabeu, ricorda che il lavoro multidisciplinare è fondamentale per migliorare i risultati clinici

27-07-2022

Il dottor Pascual Marco, ematologo dell’Instituto Bernabeu, ricorda che il lavoro multidisciplinare è fondamentale per migliorare i risultati clinici

Il dottor Pascual Marco è medico per vocazione fin da bambino. Difatti, la sua famiglia lo ricorda da bambino quando diceva che sarebbe stato “o medico o niente”. La sua motivazione sono i pazienti, “la principale ricchezza della medicina per poterli aiutare a recuperare il proprio stato di salute”, sottolinea. Ha voluto diventare ematologo perché ha “scoperto che si tratta di una specialistica duale, perché oltre al contatto con il paziente si lavora anche in laboratorio” considerando che l’ematologo studia il sangue del paziente e applica il trattamento.

L’ematologia è importantissima nell’ambito della medicina riproduttiva.  Per questo motivo, l’Instituto Bernabeu collabora con questo esperto le cui conoscenze sono ben riconosciute tra tutti i medici del centro. Il dottor Marco, ex presidente della Società Spagnola di Trombosi e Emostasia ed ex responsabile dell’unità di ematologia dell’Ospedale di Alicante e attuale professore emerito dell’Università Miguel Hernández, indica che attualmente il 20-25% dei problemi di infertilità sono legati a questioni di coagulazione, sebbene esistano ancora incognite da scoprire, afferma lo specialista.

Una delle prove analizzate e che rappresenta un passo in avanti nella soluzione dei problemi di infertilità è il caso dei pazienti con sindrome da anticorpi antifosfolipidi.  In questi casi, è chiaramente “utile una terapia antitrombotica a base di aspirina e eparine a basso peso molecolare” indica il medico.  Con tassi di successo di circa l’80%.

“Un altro aspetto è la tromboflebite, la scarsità di proteine che ci proteggono dalla trombosi“. Non abbiamo prove sufficienti, ma sappiamo con certezza che le pazienti verranno sottoposte ad una terapia antitrombotica, in particolare per evitare la trombosi tra le donne incinte, considerando che la gravidanza si considera una situazione a rischio di patologie trombotiche”.

Lo specialista afferma che per il momento esistono studi preliminari che indicano che nel caso di errore di annidamento recidivo, “il trattamento previo con eparine a basso peso molecolare può aiutare e favorire l’annidamento”. Anche alcune mutazioni genetiche potrebbero essere legate a problemi di infertilità. Ma “ci mancano ancora prove scientifiche per poter generalizzare un trattamento”, chiarisce il dottor Marco.

Recentemente, una delle applicazioni dell’ematologia in ambito ostetrico è stata l’apparizione di studi che affermano che il plasma ricco di piastrine migliora la riserva ovarica e prepara l’endometrio a ricevere l’embrione.

Il fatto che l’Instituto Bernabeu sia formato da un’equipe multidisciplinare e altamente specializzata che mette in comune le proprie conoscenze per il miglioramento dei trattamenti e il lavoro di gruppo, è un aspetto che il dottor Marco considera particolarmente importante per lo svolgimento del proprio lavoro nella clinica.  “Nell’Instituto Bernabeu è stata creata un’equipe multidisciplinare che dimostra che punta sulla qualità e la scienza”, conclude.

Parliamo

La consigliamo senza impegno

SITUAZIONE ATTUALE

COVID-19