SINDROME DI ASHERMAN E SINECHIE

L’esistenza di aderenze all’interno dell’utero o l’ostruzione della cavità uterina rappresentano una vera e propria sfida per le donne che desiderano avere un figlio e non riescono

Sinequias uterinas y sindrome de Asherman

Vuoi un consiglio?
te lo diamo senza impegno

Cos’è la Sindrome di Asherman e le sinechie endouterine?

Le sinechie endouterine sono aderenze patologiche (unioni) delle pareti dell’utero. Generalmente sono causate da processi ginecologici all’interno dell’utero come raschiamenti, miomectomie isteroscopiche, ecc. e in cui l’isteroscopia diagnostica svolge un ruolo fondamentale.

La sindrome di Asherman è definita come l'associazione tra la presenza di sinechie endouterine e uno o vari sintomi associati alla sindrome, come la diminuzione o assenza di mestruazione.

Quali sono i sintomi della Sindrome de Asherman?

I sintomi più frequenti sono:

  • Alterazioni: le anomalie del ciclo mestruale con mestruazione poco abbondante (ipomenorrea) e/o assenza di mestruazione (amenorrea).
  • L’infertilità può essere dovuta a:
    • Difficoltà dello spermatozoo a raggiungere la tuba o la cavità uterina quando le aderenze ne ostruiscono il passaggio.
    • Alterazione della parte interna dell’utero che impedisce l’annidamento dell’embrione.
  • Problemi ostetrici durante la gravidanza, ad esempio formazione incorretta della placenta durante lo sviluppo embrionale, placentazione o aborti ripetitivi.

Come viene diagnosticata la Sindrome di Asherman?

La diagnosi viene effettuata mediante l’isteroscopia che ci permette di effettuare un’analisi visuale diretta, stabilire la posizione, la gravità e la classificazione del problema. Inoltre, permette di valutare lo stato dell’endometrio e determinare la procedura chirurgica più adeguata.

Esistono diverse classificazioni delle sinechie endouterine e la più utilizzata è quella dall’Associazione Americana di Sterilità (AFS) e dalla Società Europea di Endoscopia Ginecologica (ESGE).

La presenza di sinechie è legata a:

  • Raschiamenti ripetitivi.
  • L’eliminazione di miomi mediante isteroscopia in particolare in caso di più miomi.
  • Altre tecniche di chirurgia isteroscopica, come la polipectomia o la resezione dei setti che in alcuni casi possono causare sinechie.
  • Per quanto concerne l’embolizzazione dei miomi, a quanto pare è il trattamento maggiormente associato all’apparizione di sinechie per cui non deve mai essere proposto alle donne che vogliono avere un figlio.

Qual è il trattamento e la prognosi in caso di Sindrome di Asherman?

Il trattamento è l’isteroscopia diagnostica mediante l’uso di telecamere sottilissime che non richiedono nessuna preparazione o dilatazione dell’utero, perché nei casi di sinechie potrebbe aumentare il rischio di perforazione uterina. Attualmente si consiglia l'uso di gel anti-adesione a base di acido ialuronico dopo l’isteroscopia che diminuisce il tasso di recidività.

Trattamento in base al tipo di sinechie:

  • Le sinechie lievi si eliminano facilmente con l’effetto combinato della distensione liquida e la telecamera del sistema isteroscopico. In caso di sinechie moderate si utilizzeranno formici e mini elettrodi bipolari. Si deve ottenere una cavità uterina normale e visualizzare le zone degli orifizi delle tube sullo stesso piano.
  • In caso di sinechie complesse è richiesta la presenza di un chirurgo ginecologico esperto perché potrebbero sorgere complicazioni, insuccesso del trattamento e recidività. È importante ricordar che spesso sono necessari vari interventi prima di risolvere completamente il problema.

Per quanto riguarda la prognosi dopo il trattamento, si stima che una percentuale elevata di pazienti recuperano il proprio ciclo mestruale. 

Anche il tasso di ricaduta al momento dell’isteroscopia di controllo è alto, quindi tutte le guide consigliano di effettuare un’isteroscopia diagnostica o una visita di controllo dopo il trattamento.

Rispetto alla fertilità, numerose pazienti recuperano la propria capacità riproduttiva nonostante il recupero completo dipenda da diversi fattori come l’età, dalla gravità delle sinechie e dalla causa: hanno una prognosi peggiore le pazienti che si sono sottoposte all’embolizzazione dei miomi, coloro che hanno subito ricadute nell’isteroscopia di controllo e infine coloro che hanno recuperato il ciclo mestruale post-operatorio.

Le gravidanze ottenute dopo il trattamento della Sindrome di Asherman hanno un elevato rischio di subire alterazioni durante la placentazione (formazione della placenta) e di emorragia post-parto.

Trattamento completo nell'Instituto Bernabeu

Considerando che si tratta di una patologia complessa, solitamente si richiede più di una isteroscopia diagnostica o terapeutica prima di normalizzare la cavità uterina. Il numero di isteroscopie da effettuare varia in base alla gravità delle sinechie endouterine.

L’Instituto Bernabeu offre attrezzature complete e all’avanguardia e un gruppo di ginecologi esperti appositamente formati per il trattamento di pazienti affetti da sinechie endouterine e sindrome di Asherman. La gravità e i controlli di questa patologia richiedono un’accurata e meticolosa esperienza del personale medico.

Il nostro obiettivo consiste nel correggere queste aderenze evitando costi eccessivi, per cui offriamo la possibilità di richiedere un “pacchetto per trattamento completo” in cui sono comprese tutte le isteroscopie necessarie con sedazione anestesica e l’uso del gel anti- adesione che riduce il rischio di recidività. Se necessario, si utilizzerà la tecnologia Versapoint®. Richiedere maggiori informazioni.

Vuoi un consiglio?
te lo diamo senza impegno