Custodia seminale

La custodia seminale consiste nella congelazione del seme in nitrogeno liquido, dove si conserva a -196º, mantenendo così la sua capacità fecondante per molti anni. Per questo motivo questa possibilità si deve offrire a qualsiasi paziente che verrà sottoposto a trattamenti chirurgici, medici 

L’attuale legge sulla Riproduzione Assistita in vigore nel nostro paese, stabilisce il quadro giuridico nel quale si realizza questa tecnica. Il paziente è l’unico che può decidere il destino del seme congelato.

Cosa possiamo fare per salvaguardare la fertilità dei malati di tumore?

I progressi terapeutici nell’oncologia hanno considerevolmente migliorato la percentuale di sopravvivenza. Più del 5% delle malattie cancerose colpiscono pazienti con meno di 35 anni di età e nonostante il trattamento riesca a guarirli, spesso lascia come conseguenza la perdita di fertilità dovuta alla tossicità dei farmaci che si sono impiegati.

Così, nella maggior parte dei pazienti spariscono gli spermatozoi dopo 2–3 mesi dall’inizio della chemioterapia, anche se dipendendo dai farmaci, dalle dosi impiegate, dalla durata del trattamento e dalla sensibilità individuale del paziente, si può recuperare, ma comunemente le conseguenze sono permanenti.

Nei casi in cui la produzione di spermatozoi riprende, di solito è ridotta come conseguenza delle alterazioni provocate dalla radio e chemioterapia. Per ciò, nonostante il recupero della formazione di spermatozoi, è consigliabile la congelazione del seme prima di iniziare la chemioterapia.

Il paziente che soffre una malattia cancerosa non conosce questi effetti secondari e con ragione viene anteposta la diagnosi vitale a quella delle possibili conseguenze derivate dal trattamento. È dunque responsabilità del personale medico che ha in cura i suddetti pazienti, informarli di questi aspetti, specialmente riguardo alla possibilità di congelare il seme prima di iniziare il trattamento

Le è sembrato interessante? SI No

Statistiche dei risultati

Saperne di più

I nostri risultati di gravidanza sono certificati da imprese esterne specializzate.

Iscriversi alla Newsletter dell'IB

Abbiamo bisogno di un indirizzo email valido e di accettare i termini e le condizioni del sito.
Desiedera ricevere
un nostro consiglio?