La teratozoospermia consiste nell’aumento della percentuale di spermatozoi anormali in un campione di liquido seminale e si determina mediante un spermiogramma o analisi seminale.
Stando ai criteri della 5ª edizione del manuale dell’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) (2010) un uomo è affetto da teratozoospermia quando nella eiaculazione vi sono meno del 4% di spermatozoi normali .
I difetti spermici si classificano in base alla posizione della testa, tratti intermedio e coda.  In uno spermatozoo normale la testa deve essere perfettamente ovale, deve avere una sola coda lunga e completamente libera (non attorcigliata) e un tratto intermedio ben differenziato e leggermente più grosso della coda. […]