Durante lo studio dell’errore di annidamento frequente consideriamo basica l’analisi della cavità uterina e della normale architettura del tessuto che la ricopre, l’endometrio. Per questo motivo, la prova diagnostica più adeguata è l’isteroscopia diagnostica accompagnata da una biopsia endometriale.
L’isteroscopia è un’endoscopia dell’utero, vale a dire la visualizzazione diretta della cavità uterina mediante un sistema ottico. Si tratta di una prova semplice e quasi indolore nella maggior parte dei casi, per cui viene effettuata in laboratorio con una preparazione minima della paziente e senza interferire nelle sue attività quotidiane. […]