1.- La stimolazione ovarica della paziente avviene mediante la somministrazione di ormoni che stimolano la funzione ovarica per poter ottenere un numero adeguato di ovociti. Le dosi di questi ormoni vengono stabilite in modo personalizzato in base alle condizioni della riserva ovarica di ogni donna e rispettando i risultati nel sangue dell’ormone antimulleriano e il conteggio di follicoli di ogni ovaia visualizzati mediante ecografia vaginale. Il controllo della risposta ovarica di ogni paziente viene effettuato anche mediante ecografie vaginali in serie (solitamente 3) e, in alcuni casi, la determinazione nel sangue dell’ormone prodotto dalle ovaie, l’estradiolo. Dopo aver verificato che l’ovaia è pronta, programmiamo il prelievo degli ovociti.  Il periodo di stimolazione ovarica ha una durata di 8-10 giorni nella maggior parte delle donne ed è compatibile con il normale svolgimento della vita della paziente. […]