bassa risposta ovarica

Soffro di bassa risposta ovarica: Come si cura?

Parliamo di bassa risposta quando il numero di ovociti ottenuti in una paziente durante il ciclo di fertilizzazione in vitro è più basso di quanto atteso. Solitamente i criteri che utilizziamo per affermare che una paziente soffre bassa risposta sono: ottenere 3 o meno ovociti e osservare marcatori di riserva ovarica (in particolare AMH e RFA) specialmente bassi. […]

2018-08-01T11:18:12+02:003 de Agosto de 2018|0 Commenti

Bassa Risposta ovarica: I progressi della genetica

La stimolazione ovarica è un passo fondamentale per il risultato delle Tecniche di Riproduzione Assistita. Nella pratica clinica giornaliera osserviamo che la risposta ovarica può variare notevolmente da una donna all’altra.  In base ai nostri studi possiamo parlare di bassa risposta ovarica quando la paziente ottiene meno di tre ovuli.
Questa situazione colpisce sempre più donne che richiedono un’assistenza specializzata e un trattamento personalizzato. Per questo motivo Instituto Bernabeu ha creato una Unità di Bassa Risposta , dedicata alla diagnosi e al trattamento specifico di queste pazienti con un approccio multidisciplinare. […]

2016-08-03T13:25:29+02:0015 de Aprile de 2016|0 Commenti

Scelta della tecnica di fecondazione quando il numero di ovociti è limitato. FIV o ICSI?

La bassa risposta ovarica è una situazione sempre più frequente nei centri, associata spesso alla maternità tardiva e di conseguenza alla minor riserva ovarica. In questo tipo di pazienti il numero di ovociti che si ottiene dopo il prelievo potrebbe essere limitato e quindi la scelta del tipo di tecnica di fecondazione più appropriata, FIV convenzionale o microiniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (ICSI), potrebbe suscitare una certa controversia (ovviamente se la qualità seminale e la storia clinica permettono di effettuare una FIV convenzionale come opzione ragionevole). […]

2016-08-03T14:37:51+02:0029 de Gennaio de 2016|0 Commenti
Hai bisogno d'aiuto? Ti aiutiamo senza impegno