Sterilità

L’ormone antimülleriano (AMH) non è una sfera di cristallo

L’ormone antimülleriano (AMH) si utilizza in medicina riproduttiva come indicatore della riserva ovarica. Questo ormone si studia con un semplice prelievo del sangue e assieme ad un’ecografia per il  conteggio dei follicoli dell’ovaia siamo in grado di prevedere come reagirà la paziente alla stimolazione.  In particolare, le donne con prognosi complessa.

Ad ogni modo, sebbene questi indicatori siano estremamente
utili, sono […]

2019-07-01T08:52:46+02:005 de Luglio de 2019|0 Commenti

5 consigli per sapere quando è necessario rivolgersi ad una clinica di fertilità

Fino a qualche anno fa l’infertilità era un tema tabù. Attualmente è frequente rivolgersi alla medicina riproduttiva per chiedere aiuto e soddisfare il desiderio di diventare mamma se esistono difficoltà ad ottenere una gravidanza in modo naturale. Instituto Bernabeu propone alcuni consigli per sapere quando è necessario rivolgersi ad una clinica di fertilità. Ciò non significa necessariamente […]

2019-05-17T12:01:56+02:0017 de Maggio de 2019|0 Commenti

Come aumentare le possibilità di gravidanza in donne obese?

Gravità del problema

L’obesità è un problema di Salute Pubblica sia nella popolazione generale che nelle donne in età fertile. Questo problema purtroppo non sta migliorando e negli ultimi anni è persino in fase di peggioramento.

Stando ad uno studio della rivista the lancet, il 13% della
popolazione mondiale soffre di problemi di sovrappeso. In Spagna, c’è una
tendenza crescente […]

2019-04-29T09:15:52+02:0010 de Maggio de 2019|0 Commenti

Cos’è l’Orchite? Come incide sulla fertilità maschile?

Il virus degli orecchioni produce una malattia infantile comunemente conosciuta come parotite o gattoni che in alcuni casi mette in pericolo la fertilità dell’uomo causando problemi di infertilità maschile.

In questi casi, se la situazione si complica, i testicoli
possono essere colpiti dalla malattia in un 25-40%. Questo è conosciuto con il
nome di Orchite Parotitica.

Colpisce soprattutto i bambini […]

2019-04-05T09:18:59+02:005 de Aprile de 2019|0 Commenti

Rapporto tra tromboflebite ed errore di annidamento ripetitivo

La percentuale di gravidanza nei trattamenti di riproduzione assistita è aumentata negli ultimi anni, ma dista parecchio dai dati considerati ottimali. Per questo motivo, dopo diversi trattamenti infruttuosi, si cercano altre alternative che non sono state contemplate nei trattamenti precedenti.

Si è ipotizzato che gli errori di annidamento potrebbero essere dovuti all’occlusione della vascolarizzazione tra l’endometrio e l’embrione. La tromboflebite è qualsiasi circostanza in cui […]

2019-03-22T09:31:30+02:0022 de Marzo de 2019|0 Commenti

Temperatura e Qualità Seminale

È risaputo che uno degli studi fondamentali da effettuare ad una coppia con difficoltà ad avere un figlio è il Seminogramma, vale a dire, l’analisi del liquido seminale dell’uomo per determinare diversi parametri come la quantità di spermatozoi nell’eiaculazione, la motilità, la morfologia, etc., e stabilire se la qualità seminale presenta alterazioni che giustifichino questa […]

2019-01-18T09:30:59+02:0018 de Gennaio de 2019|0 Commenti

Frammentazione del DNA Spermatico: TUNEL

Quando, dopo la ricerca di una gravidanza, non arriva o finisce per non evolversi, è consigliabile effettuare una serie di test su entrambi i membri della coppia. Una delle prove basiche nello studio dell’uomo è il seminogramma o spermiograma che ci permette di ottenere una prima approssimazione della qualità del liquido seminale. Questa informazione può essere completata con lo studio della frammentazione del DNA spermatico, se fosse necessario.
Il test di frammentazione del DNA è una tecnica che in molti casi completa lo studio del fattore maschile. […]

2018-11-28T09:52:45+02:0030 de Novembre de 2018|0 Commenti

Infertilità maschile e criptorchidia

La criptorchidia, dal griego kriptos (nascosto) e orquis (testicolo), consiste nella mancata discesa di uno o entrambi i testicoli nel sacco scrotale. Circa dal 2 al 5% dei neonati soffrono questa alterazione, sebbene questo dato aumenti al 30% nel caso di prematuri.  In molti casi si risolve in modo spontaneo, per cui dopo un anno questo problema è presente solo nell’1% dei casi. […]

2018-11-21T10:11:24+02:0023 de Novembre de 2018|0 Commenti
Hai bisogno d'aiuto? Ti aiutiamo senza impegno