Genetica

Impronta genetica

L’ impronta genetica ci aiuta a distinguere un essere mano da un altro, e i impieghi sono numerosi: medicina forense, prove di paternità, studi sulla compatibilità nella donazione di organi o addirittura ipotesi sulle migrazioni degli esseri umani vissuti nella preistoria. Possedere un’impronta genetica è utile per consegnare alle famiglie una carta d’indentità genetica che confermi la parentela tra genitori e figli adottivi o per identificare persone senza docuemnti.

L’impronta genetica, allo stesso tempo, aiuta nella recerca per combatiere malattie come dolenze congenite, tumori, distrofia muscolare o problemi della pelle.

Cos’è l’impronta genetica?

Il DNA contiene l’informazione necessaria per lo sviluppo degli esseri viventi. Gli individui della stessa specie condividono gran parte della sequenza del DNA, ma esistono determinate regioni altamente variabili che sono proprie di ogni soggetto. Queste zone del genoma si chiamano polimosfismi o marcatori genetici e sono utilizzati per identificare individui, visto che due esseri umani senza relazione tra loro è poco probabile che abbiamo in comune gli stessi marcatori genetici. L’insieme dei polimorfismi specifici di ogni persona viene chiamato profilo genetico.

Il profilo genetico rende possibile distinguere qualsiasi persona, eccetto nel caso che possegga un fratello gemello monozigote, visto che in questo caso condividono la stessa sequenza del DNA. Il profilo genetico caratterizza qualsiasi individuo allo stesso modo o ancor mglio delle sue impronte digitali, per questo che viene chiamato impronta genetica. Questa evidenzia il vantaggio nella precisione rispetto ad altri metodi identificativi. Inoltre il DNA si trova in ogni e in tutte le cellule del corpo umano per cui è possibile ottenerlo da qualsiasi campione biologico. L’impronta genetica è unica e invariabile durante tutta la vita.

A continuazione evidenziamo alcune delle situazioni per le quali è utile realizzare lo studio:

  • Serve da base (matrice o esempio) per poter comparare e identificare persone con professione di alto rischio come per esempio, militari, vigili del fuoco o persone impiegate nell’ ordine pubblico.
  • Disporre del profilo genetico per l’identificazione nei casi di incidente, incendi, disgrazie.....
  • Disporre di un’informazione per future prove di paternità o parentela.
  • Identificazione di bambini adottati o concepiti grazie a tecniche di riproduzione assistita utilizando gameti donati. In questi casi i figli non condividono il codice genetico dei suoi genitori, ciò fa sì che l’identificazione biologica non si possa utilizzare per gli studio del DNA per compararlo con i progenitori. Avere a disposizione l’impronta genetica vuol dire molto nelle circostanze anteriormente descritte (incidenti, sequestri, incendi o situazioni nelle quali può esser dubbiosa l’identificazione).

Per ultimo, un ulteriore servizio dopo aver ottenuto l’impronta genetica di un’individuo è quello di conservare il DNA per un impiego futuro:

  • Nei casi di diagnosi di malattie genetiche.
  • Prevenzione di malattie genetiche familiari.
  • Soluzione di controversie sulla paternità.

Preguntas frecuentes

Se la sua domanda non è presente la preghiamo di farcela pervenire.


© Instituto Bernabeu. Spagna. | Alicante | Elche | Cartagena | Benidorm | +34 902 30 20 40 | | Avviso Legale | Cookies policy

Instituto Bernabeu - Medicina reproductiva IBbiotech Fundación instituto bernabeu

25º Compleanno del primo bebé FIV dell’ Instituto Bernabeu

Cargando...