Livello dell’ormone FSH

L’ormone follicolo stimolante (FSH) viene prodotto dalla ghiandola ipofisi che anatomicamente è situato sotto il cervello. Questa ghiandola passa al flusso sanguigno e svolge un ruolo fondamentale a livello ovarico.  La sua funzione consiste nello stimolare la crescita e la selezione del follicolo e partecipare al processo di maturazione dell’ovocito che successivamente verrà liberato durante l’ovulazione.

Quando la funzione ovarica è insufficiente, l’ipofisi cerca di equilibrare la situazione segregando FSH.  Avviene in modo fisiologico durante la menopausa, in modo tale che le donne in questa situazione hanno livelli di FSH molto più alti rispetto a quelle in età fertile.

Se vengono individuati livelli troppo alti di FSH (>10 UI/l) ad un’età precoce, possiamo presumere che la paziente abbia una riserva ovarica scarsa che riduce la probabilità di ottenere una gravidanza naturale. […]

Oligozoospermia: Cos’è?, Come si diagnostica?, Che trattamento seguire per raggiungere una gravidanza?, e la criptozoospermia?

La oligozoospermia consiste nella presenza di un numero troppo basso di spermatozoi in un campione di liquido seminale.
Stando ai criteri della 5ª edizione del manuale dell’Organizzazione Mondiale della Salute, (OMS) (2010), la concentrazione normale di spermatozoi in un campione di liquido seminale deve essere uguale o maggiore di 15 milioni per millimetro.  Se il conteggio di spermatozoi è inferiore a questo dato, si denomina oligozoospermia e si considera che potrebbero esserci problemi di fertilità, per cui si consiglia l’analisi di diversi campioni di liquido seminale per confermarlo.
Il metodo di diagnosi è lo spermiogramma in cui viene determinato il conteggio di spermatozoi per ogni millimetro di liquido seminale. […]

Maschio o femmina: Posso scegliere il sesso del mio bambino?

Sebbene sia tecnicamente possibile scegliere il sesso del bambino attraverso la diagnosi genetica pre-impianto, la legislazione spagnola vieta la selezione del sesso, salvo per evitare la trasmissione di malattie genetiche legate al cromosoma X, come ad esempio l’emofilia A.
La legge 14/2006 stabilisce che la diagnosi genetica pre-impianto si può applicare solo per individuare malattie genetiche gravi o che mettono in pericolo la vita dell’embrione, per cui si esclude l’uso di questa tecnica per selezionare il sesso del futuro bebè.  Qualsiasi uso diverso dal precedente comporterà una grave infrazione legale. […]